Calcio Femminile
mercoledì 19 settembre 2018
CALCIO
L'Acf Trento Clarentia si è presentato a Palazzo Geremia

Dopo aver completato la preparazione estiva e aver ottenuto buone risposte nella prima uscita stagionale in Coppa Italia (vittoria per 2 a 1 nel derby contro l’Unterland Damen), per la formazione trentina è tempo di presentazione ufficiale.
Concluse tre stagioni di buon livello in Serie B (con l’ultima annata terminata all’undicesimo posto) la compagine della presidentessa Rita Csako si appresta a scendere in campo nella nuova Serie C, nata in estate dopo la rivoluzione estiva dei campionati femminili. La società fondata nel 1976 rappresenta l’unica realtà provinciale ad affrontare la terza serie nazionale, con l’obiettivo di ben figurare al cospetto di squadre dall’assoluto valore, in modo da confermare il buon livello raggiunto nelle ultime stagioni.
Le gialloblù sono state inserite nel Girone B di Serie C insieme alle formazioni altoatesine Unterland Damen e Brixen Obi (avversarie anche del primo turno di Coppa Italia), alle venete Calcio Padova Femminile, Venezia CF Femminile, Vicenza CF, Permac Vittorio Veneto, alle lombarde FCF Como 2000, Riozzese, Voluntas Osio, Fiammamonza 1970 e alla sarda Atletico Oristano.

A guidare la squadra è stato confermato mister Libero Pavan che potrà ripartire dal gruppo che ben ha figurato nella scorsa stagione. I dirigenti trentini, inoltre, sono stati molto attivi sul mercato e in Via Bettini sono sbarcate Luciana Bon e Martina Varrone (dall’Unterland Damen), Linda Tonelli (dall’Azzurra) e l’attaccante classe ’96 Silvia Zappini che ritorna ad indossare gli scarpini dopo un lungo infortunio.
Domenica 23 settembre il Trento Clarentia scenderà in campo per la seconda sfida di Coppa Italia contro il Brixen Obi mentre il campionato inizierà il 14 ottobre quando le gialloblù sfideranno in trasferta la Voluntas Osio.
A fianco della Prima Squadra la società trentina schiera anche la formazione Under 19 che si prepara ad affrontare il torneo triveneto di categoria. Le giovani atlete inizieranno il loro campionato il 6 ottobre e le avversarie saranno le seguenti: Calcio Padova, Futuro Giovani, Gordige Calcio, Keralpen Belluno, Permac Vittorio Veneto, Brixen Obi, Venezia Fc, Vicenza Calcio Femminile e Virtus Padova.

Le dichiarazioni

Rita Csako, presidente Acf Trento Clarentia: «Siamo una società sportiva che si occupa di calcio femminile, pratica ancora poco diffusa ma in forte sviluppo lungo tutta l’Italia. Fra crescere i giovani con lo sport richiede grande sacrificio che viene ripagato nel momento in cu ile ragazze scendono in campo con il loro grandissimo entusiasmo. L’attività della nostra società si occupa da anni dello sviluppo e della promozione dell’educazione giovanile attraverso lo sport, tramite la partecipazione ai campionati Figc nelle categorie under 14, under 19 e Prima Squadra. Il nostro obiettivo è quello di porci come società di riferimento per il calcio femminile regionale in modo da essere il baricentro per tutte le atlete trentine amanti di questo sport».

Ida Micheletti, responsabile calcio femminile FIGC Trento: «Mi sono innamorata del calcio femminile dopo che il presidente Pellizzari mi ha onorato con questo incarico. L’impegno e la dedizione che queste ragazze mettono nella loro passione è travolgente. Quest’estate abbiamo avuto un po’ di confusione a livello nazionale, noi ci siamo concentrati sulla nostra realtà e siamo focalizzati a migliorare la parte tecnico-sportiva. Sono sicura che possiate dimostrare che il calcio femminile è uno dei punti indispensabili ed essenziali per l’evoluzione del calcio in generale. Il Trento Clarentia rappresenta un’eccellenza del settore e lo dimostra anche l’impegno con le selezioni giovanili».

Lorenzo Holler, segretario Acf Trento Clarentia: «Ogni volta che vediamo la passione con cui le ragazze scendono in campo siamo stimolati a dare sempre di più. Quest’anno ci siamo trovati ad affrontare un bivio, abbiamo anche pensato di ridurre la nostra attività ma dopo le iniziali difficoltà siamo riusciti a ripartire con tanto entusiasmo. Siamo rinati anche questa stagione, disponibili ad affrontare le sfide che un campionato impegnativo come la Serie C ci porrà».

Libero Pavan, allenatore Acf Trento Clarentia: «Dopo la rivoluzione estiva dei campionati non conosciamo ancora il vero livello delle avversarie, ma sono sicuro di avere a disposizione un gruppo
molto competitivo. Ripartiamo da quanto di buono abbiamo fatto lo scorso anno, da un undicesimo posto in Serie B, dal gruppo di ragazze presenti e da qualche ottimo innesto. Il campo come sempre nel calcio sarà giudice insindacabile e ci dirà a cosa potremo realmente puntare, a noi l’obbligo di lavorare bene in settimana e concentrarci su ogni singola partita. Il nostro grande obiettivo rimane proiettato sul medio-lungo termine, in quanto vogliamo porci come punto di riferimento del calcio femminile in regione, un sogno che cercheremo di raggiungere puntando sia sulla Prima Squadra sia sul settore giovanile».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri