Serie D
sabato 28 aprile 2018
CALCIO
Al Briamasco il delicatissimo derby salvezza fra Trento e Dro

È un derby ma, soprattutto, una sfida di grandissima importanza. Al "Briamasco" il Trento sfiderà il Dro nella sfida valevole per la penultima giornata del girone B di serie D. L'obiettivo è uno solo: conquistare i tre punti per continuare ad inseguire la salvezza diretta. In classifica i gialloblù hanno sette punti in più rispetto agli ospiti, terzultimi, costretti anch'essi a vincere perché a rischio retrocessione diretta. Calcio d'inizio alle ore 15: dirigerà la sfida il Signor Simone Biffi della sezione di Treviglio, coadiuvato dagli Assistenti Francesco Monella e Luca Garatti, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Chiari e Crema.
Mister Rastelli ha convocato 22 giocatori per la sfida contro il Dro. Rispetto al match di domenica scorsa tornano a disposizione Sebastiano Aperi, Giovanni Paoli e Michael Bacher.

Gli avversari


L’Unione Sportiva Dro Alto Garda è una delle realtà calcistiche più importanti della provincia di Trento. Fondata nei primi anni ’50, per oltre mezzo secolo la compagine gialloverde disputa, con alterne fortune, i campionati dalla Terza alla Prima Categoria. La grande scalata gardesana inizia con il ritorno alla presidenza di Loris Angeli: nel 2001 arriva la promozione in Prima Categoria, nel 2004 arriva il passaggio in Promozione a cui, seguono, nell’arco di meno di un decennio, il salto in Eccellenza e il successivo - storico - approdo in serie D, datato 2013. Da allora il Dro Alto Garda (il cambio di denominazione è avvenuto pochi mesi or sono) ha sempre militato in Quarta Serie e quella alle porte sarà la quinta stagione consecutiva in D per il sodalizio del Basso Sarca.
Sulla panchina siede, per la prima stagione, Michele Ischia che, dopo una splendida carriera da calciatore professionistica (quasi 600 presenze tra serie B, C1, C2 e D), ha appeso le scarpe al chiodo e intrapreso l’attività di allenatore. Il punto massimo della carriera del 39enne Ischia sono state le due stagioni in serie B con la maglia del Frosinone, di cui è stato anche capitano, impreziosite da diverse marcature, una delle quali realizzata a danno della Juventus.
L’elemento di spicco della rosa gialloverde l’attaccante classe ’92 Francesco Casolla, che nel proprio palmares vanta la vittoria di due campionati di serie C2 con San Martino e Teramo e ha al proprio attivo 85 presenze tra i “pro” (impreziosite da 14 reti), oltre a 92 presenze e 19 reti in serie D con le maglie di Riccione, Real Rimini, San Nicolò, Sangiovannese e Vigasio. Gli altri giocatori importanti sono l’estremo difensore Stefano Chimini (terza stagione al Dro, dopo aver militato con AlbinoLeffe, Feralpisalò, Fersina e Monza), uno dei portieri più affidabili dell’intera categoria, il difensore centrale Federico Tobanelli (206 presenze e 13 reti in serie D), prelevato in estate dal Levico Terme, l'attaccante Roberto Aquaro (297 presenze e 113 reti in serie D con Olympia Agnonese, Reanto Curi Angolana, Atletico Trivento, Trento, Celano, Acqui Calcio, Novese, Olginatese, Sestri Levante e Bra) e l'esterno mancino Thomas Fabrice Som, ex Carpenedolo, Pro Patria, Pergocrema, Como, Grosseto, Benevento, Casertana, Taranto e Lentigione per un totale di 172 presenze e 3 reti tra i "pro".
La probabile formazione del Dro (4-4-2): Perfetti (99) - Stroppa (98), Giannetti, Tobanelli, Som - Mengoli (98), Karamoko, Bertoldi, Farimbella (97) - Aquaro, Casolla.
A disposizione: Chimini, Corradini, Grossi, Aiello, Caldini, Kumrija, Mauceri, Pellegrini, Pilenga.

I precedenti


Dro e Trento si sono affrontate solamente tre volte in sfide ufficiali e quella di domenica sarà il secondo confronto in campionato. Escludendo la gara d'andata l'ultimo precedente risale a pochi mesi or sono, esattamente al 18 agosto 2017, quando le due formazioni si scontrarono nella gara "secca" valevole per il turno preliminare di Coppa Italia. Ad imporsi per 1 a 0 fu il Dro grazie alla rete a metà ripresa di Karamoko. L'altra sfida incrociata è datata addirittura 23 agosto 2009, quando gialloverdi e gialloblù si trovarono di fronte nella sfida valevole per la Coppa Italia regionale. Il Trento, all’epoca, militava in Eccellenza, mentre il Dro calcava i campi della Promozione: ad “Oltra” s’imposero per 4 a 3 gli aquilotti.

I convocati


Portieri: Festa (99); Matin (98).
Difensori: Badjan (99); Carella (98); Casagrande (91); Giacomoni (87); Kostadinovic (92); Sorbo (91); Toscano (98).
Centrocampisti: Appiah (93); Bacher (88); Bertaso (98); Boldini (92); Bortoli (94); Dadson (90); Furlan (85); Paoli (97).
Attaccanti: Aperi (92); Bardelloni (90); Ferraglia (99); Pangrazzi (98); Zecchinato (90).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri