Serie D
sabato 30 settembre 2017
CALCIO
Domani al Briamasco arriva la Bustese, il tabù sarà sfatato?
fonte: Ac Trento

Dopo la trasferta bergamasca di Scanzorosciate, il Trento ritorna tra le mura amiche del “Briamasco” per cercare i primi punti casalinghi. La “doppietta lombarda” di Lillo, ha permesso agli aquilotti di cogliere la seconda vittoria stagionale (la prima era stata a Lumezzane) e di superare in classifica i prossimi avversari della Bustese Milano City. L’ambiziosa squadra di Busto Garolfo, nelle prime cinque uscite stagionali ha totalizzato una vittoria (2 a 1 contro il Lumezzane), un pareggio (1 a 1 contro il Ciserano) e due sconfitte (contro Scanzorosciate e Pergolettese). I granata hanno anche già osservato il loro turno di riposo, alla quarta giornata di campionato.
Rispetto a domenica scorsa, mister Vecchiato recupera l’ariete Zecchinato, ma dovrebbe ripartire dalle certezze del nuovo 4-4-2, con il tandem offensivo targato Lillo-Lella. Il tecnico gialloblù potrà disporre anche di Nicola Calcagnotto, pienamente recuperato dal problema muscolare che lo aveva fatto uscire anzitempo nella sfida contro il Ciserano.

Gli avversari


La Bustese Milano City è una società fresca di nascita: al termine della stagione 2016/2017 infatti, mentre l’U.S. Bustese stava lottando per non retrocedere in Eccellenza, un gruppo di imprenditori prendeva i contatti con il presidente Giancarlo Piatti. Il nuovo progetto, capitanato dall’avvocato Amirante, prevedeva una rapida crescita della struttura societaria, con il conseguente approdo nel calcio professionistico nel giro di pochi anni. Dopo i tentativi falliti di costituire l’Alto Milanese, la nuova dirigenza ha deciso così di cambiare denominazione e trasformare la società in una s.r.l., con il chiaro obiettivo di spostare la propria sede a Milano per diventare la terza società del capoluogo meneghino (dietro a Milan e Inter). La storia della Bustese invece, prima della recente trasformazione, è risalente nel passato: la squadra di Busto Garolfo infatti nasce nell’immediato dopoguerra e precisamente nel 1946 dall’idea di un gruppo di giovani che facevano capo al Bar Branca. Dopo un travagliato, rodaggio il sodalizio lombardo a fine anni ‘40 diventa un punto di riferimento del calcio dilettantistico arrivando a vincere la coppa Lombardia nel 1950. Si susseguirono poi anni cupi e la società venne rifondata nel 1963 con il nome di U.S Bustese. La storia più recente inizia dalla stagione 2007/2008 quando l’attuale presidente Piatti, assume la guida societaria, portando la squadra dalla Prima categoria alla Promozione. La crescita è costante e nella stagione 2014/2015 arriva la conquista della Serie D, grazie alla vittoria senza sconfitte dell’Eccellenza lombarda.
In estate la rosa granata è stata totalmente rivoluzionata, l’unico “sopravvissuto” alla rivoluzione è il difensore centrale classe 1993 Cesare Parini, sceso in campo in ben 25 occasioni nella stagione 2016/2017. Sulla panchina milanese siede il cinquantenne Giovanni Cusatis che, dopo l’esperienza al Fano in Lega Pro ha deciso di accettare il progetto Bustese Milano City. Il tecnico lombardo può vantare un curriculum di tutto rispetto essendo stato l’allenatore in seconda di Giuseppe Sannino prima alla Pro Patria, poi al Watford e infine al Catania.
La retroguardia gialloblù dovrà poi far attenzione alle sortite offensive di Cocuzza (febbricitante in settimana e ancora in dubbio) attaccante classe ’93 cresciuto nelle giovanili del Parma e affermatosi poi in terza serie nazionale con le maglie di Gubbio, Renate e Savona (15 gol per lui in Serie C). La punta classe ’93 ha vissuto anche una fugace esperienza al Südtirol quando tra gennaio e giugno del 2014 è sceso in campo per tre volte con la maglia biancorossa dei bolzanini. Nella rivoluzionata rosa milanese sono diversi i giocatori con un curriculum importante, tra cui spiccano il capitano Traini (più di 85 goal in serie D) e il fantasista Santonocito, vincitore del campionato l’anno scorso con il Monza.
La probabile formazione della Bustese (4-3-1-2) Sommariva (97), Paroni (98), Orchi, De Bode, Righetti (99), Frulla, Tindo (97), Lattarulo (98), Santonocito, Traini, Cocuzza.
A disposizione: Alio, Curci, Mandelli, Marrulli, Parini, Stronati, Tondini, Torregrossa, Vernocchi.
Allenatore: Giovanni Cusatis.

I convocati


Portieri: Cuoco (99), Grubizza (99), Scali (88).
Difensori: Calcagnotto (93), Casagrande (91), Giacomoni (87), Rippa (99), Toscano (98).
Centrocampisti: Bacher (88), Bertaso (98), Boldini (92), Furlan (85), Gattamelata (90), Paoli (97).
Attaccanti: Duravia (89), Ferraglia (99), Kyeremateng (91), Lella (88), Lillo (91), Osti (97), Zecchinato (90).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,441 sec.

Inserire almeno 4 caratteri