Serie D
domenica 2 aprile 2017
CALCIO
L'Olginatese stende la Virtus Bolzano

La Virtus Bolzano cede di misura sul terreno dell’Olginatese, a conclusione di una sfida non bella da un punto di vista tecnico e che ha saputo esprimere poche emozioni. Copione evidentemente condizionato dall’importanza della posta in palio.
Mister Lomi deve fare a meno degli infortunati Munerati ed Hofer, per cui opta per un 3-5-2 che prevede una sostanziosa linea di centrocampo rafforzata dall’asse Kaptina-Majdi-Niang, mentre le corsie laterali sono affidate ai cursori Cremonini e Clementi. In attacco l’inedita coppia-Coulibaly-Bucchi.

Pronti via ed alla prima azione i padroni di casa passano in vantaggio, la percussione è di Brognoli che entra in area dove viene affrontato fallosamente da Cremonini. L’arbitro decreta il calcio di rigore che Bonizzi trasforma. La reazione della Virtus Bolzano è immediata, ed al 10’ arriva il pareggio su gran tiro di Majdi, leggermente deviato da un difensore, che inganna il portiere avversario. Si gioca ad un buon ritmo con entrambe le contendenti che badano a non scoprirsi troppo. Al 20’ la Virtus Bolzano prova l’affondo con la percussione di Cremonini, il cui cross teso è arpionato di testa da Kaptina che però spedisce poco alto sopra la traversa.
L’Olginatese risponde un minuto dopo con il colpo di testa di Tremolada ben controllato da Tenderini. Da qui alla fine del primo tempo, il taccuino non registra alcuna azione degna di nota, ma solo l’ammonizione di Bucchi vergata al 35’, per fallo sul portiere commesso dell’attaccante bolzanino.
La ripresa registra al 5 l’incursione di Tremolada che si accentra ed una volta entrato in area di rigore è arginato dalla tempestiva chiusura di De Simone. L’Olginatese dimostra di tenere in mano l’iniziativa della gara ed al 10’ ci prova con la punizione di Rossi traiettoria che si infrange in barriera. I padroni di casa si riportano in vantaggio al 23’: l’azione parte dalla mediana, Menegazzo si invola lungo la fascia di competenza e giunto al limite scatena un diagonale che fa secco Tenederini. La Virtus Bolzano cerca di riorganizzarsi e mister Lomi gioca la carta Bustamante che va a rilevare Kaptina. E’ ancora l’Olginatese a creare qualche apprensione con il tiro scagliato da Recino (40’) parato da Tenderini.

Il tabellino

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri