Lega Pro 1ª Div.
lunedì 28 aprile 2014
CALCIO
Il Südtirol batte il San Marino e blinda il 5° posto

Riparte di slancio il Südtirol, che dopo la sosta per le festività di Pasqua coglie al Druso un’importantissima vittoria, superando per 2-1 il San Marino, con gol-partita di Turchetta e Minesso. Una vittoria che permette ai biancorossi di confermarsi al 5° posto e di garantirsi - con una giornata d’anticipo sulla naturale conclusione del torneo - un posto fra le prime cinque in classifica, condizione privilegiata che regala il vantaggio di giocare in casa i quarti di finale in gara unica dei playoff-promozione in serie B.

La cronaca
Dopo la sosta per le festività di Pasqua, il campionato di Prima Divisione Lega Pro si rimette in cammino in occasione della penultima giornata della regular season, nella quale il Südtirol – già matematicamente qualificato ai playoff – ospita allo stadio Druso il San Marino, penultimo della classe e squadra che detiene gli scomodi primati di peggior attacco e peggior difesa del girone.
Negli ultimi 180 minuti di campionato i biancorossi puntano perlomeno a conservare l’attuale 5° posto in classifica, che regala il significativo vantaggio di giocare in casa i quarti di finale – in gara unica – degli spareggi-promozione in serie B. Dopo il match casalingo col San Marino la formazione di Rastelli concluderà il campionato a Busto Arsizio, dove – fra due domeniche – sarà ospite della Pro Patria.
Il Südtirol si era consegnato alla pausa per le festività di Pasqua con la sconfitta a Vercelli contro la vicecapolista piemontese, impostasi sui biancorossi per 2-0. Una sconfitta che ha interrotto una serie utile che durava da cinque partite per effetto di quattro vittorie di fila e un pareggio.
Contro il San Marino, in tenuta blu, mister Rastelli deve fare a meno dei “lungodegenti” Dell’Agnello e Tagliani, mentre torna a disporre di Pederzoli in cabina di regia e si affida in attacco al tridente “piccole taglie” Minesso-Turchetta-Corazza.
La cronaca. Si gioca in un pomeriggio umido e a tratti piovoso, di fronte ad una maestosa cornice di pubblico e a una coreografia a tinte biancorosse, col Südtirol ad impossessarsi ben presto del pallino del gioco e a prodursi nel primo affondo al 2’, quando Turchetta si guadagna un calcio d’angolo che Pederzoli scodella a centro area dove Cappelletti viene strattonato. Ma l’arbitro non interviene e l’azione sfuma.
Insiste il Südtirol, e al 5’ è Corazza a guadagnare un corner che Pederzoli recapita sulla testa del liberissimo Fink, ma Vivan si supera sull’incornata del vice capitano biancorosso.
La manovra del Südtirol è fluida e incisiva, con la squadra di Rastelli che trova con facilità sbocchi in avanti, come al 9’ quando Pederzoli imbecca in verticale Corazza, il cui tiro in corsa da posizione defilata non inquadra la porta.
Il gol è maturo, e arriva all’11’, quando su un lungo rinvio Turchetta è rapace nel carpire palla, vincendo il contrasto con Ferrero, per poi entrare in area si rigore, superare di slancio il portiere e insaccare con calma olimpica il pallone dell’1-0 e della sua terza rete in campionato, sempre più “one man show” del Südtirol.
Passano tre minuti, e su punizione-cross di Pederzoli, respinta a fatica da Vivan, si accende una mischia furibonda nell’area del San Marino, poi l’arbitro fischia l’immancabile fallo di confusione.
In campo c’è solo il Südtirol, e al 19’ Fink prova lo sfondamento, con la palla che perviene a Corazza, il quale si gira in un fazzoletto per poi cadere a terra a contatto con Russo. Ma l’arbitro fa nuovamente proseguire.
Si gioca ad una sola porta, e al 25’ Branca recupera un pallone che Turchetta imbuca per Corazza, il quale entra a gran velocità in area da posizione defilata, per poi sterzare sul destro, ma la sua conclusione viene deviata sul fondo.
Poi la partita attraversa una lunga fase di stallo, ravvivandosi al 43’ quando Branca si distende sulla sinistra e poi pennella un cross mancino sul secondo palo, dove Minesso – in tuffo di testa – firma la sua seconda rete stagionale e il gol del 2-0, parziale con il quale le due squadre vanno negli spogliatoi.
Si riparte col San Marino che opera un doppio cambio e col Südtirol che ripropone invece gli stessi undici di partenza, fra i quali Fink che al 5’ calcia in porta, costringendo Vivan alla respinta di pugni.
Quattro minuti più tardi, Bassoli imbuca un buon pallone in area per Turchetta, abile a trovare il pertugio per il cross, sul quale la volee di Corazza termina alta.
Ma all’11’ un errato disimpegno biancorosso, permette al neo entrato Cicarevic di entrare in area e trafiggere Facchin, accorciando così le distanze.
Il Südtirol patisce il colpo, e al 13’ Lolli fa correre un brivido lungo la schiena di Facchin.
Poi però i biancorossi si riorganizzano, e al 23’ Turchetta ruba palla a Cruz per poi entrare in area di rigore e scodellare un pallone che Corazza incorna fra le braccia di Vivan.
Altra palla-gol sprecata dal Südtirol al 25’, quando su una ripartenza Corazza e Turchetta duettano a gran velocità, con l’attaccante romagnolo che calcia alto sopra la traversa da dentro l’area di rigore.
Poi i biancorossi addormentano saggiamente la partita, non rischiando più nulla sino al triplice fischio di chiusura, con Corazza che al 91’ sfiora la terza rete.
Finisce 2-1 per il Südtirol, che conquista la sua quinta vittoria nelle ultime sei partite, confermandosi al 5° posto e garantendosi matematicamente un posto fra le prime cinque in classifica. Domenica prossima a Busto Arsizio, nell’ultima giornata di campionato, si potrà far tirare il fiato ai titolari in vista del primo turno dei playoff che si giocherà al Druso – in gara unica – domenica 11 maggio. Meglio di così non poteva andare.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,703 sec.

Inserire almeno 4 caratteri