Lega Pro 1ª Div.
domenica 16 marzo 2014
CALCIO
Il Südtirol espugna Salò e blinda i playoff

Sarebbe potuto bastare anche un pareggio, ma – a scanso di equivoci – il Südtirol si è regalato in riva al lago di Garda una grande vittoria, che profuma di playoff, superando per 3-1 il FeralpiSalò grazie alle reti di Turchetta, Branca e Corazza. Una vittoria che permette ai biancorossi di balzare al sesto posto, con un vantaggio di 8 punti sulla prima delle escluse dagli spareggi-promozione post regular season. Insomma, a cinque partite dalla fine del campionato, i playoff sono in cassaforte.

Nella decima giornata di ritorno del campionato di Prima Divisione Lega Pro un Südtirol galvanizzato dall’importantissimo successo casalingo contro il Vicenza, grazie al quale i biancorossi hanno fatto un gran balzo in classifica, rende visita in riva al Lago di Garda al FeralpiSalò, che contende ai biancorossi il 9° posto, ultimo utile per partecipare ai playoff.
A pari punti con l’Albinoleffe, il Südtirol occupa l’ottava posizione, con cinque lunghezze di vantaggio sul FeralpiSalò.
Contro il Vicenza - sconfitto per 1-0 con gol-partita di Pederzoli, a segno per la seconda domenica di fila - il Südtirol ha ritrovato la vittoria dopo un digiuno di quattro partite, nelle quali aveva raccolto appena due punti.
Lontano dal Druso il Südtirol ha conquistato 10 dei 34 punti che detiene in classifica per effetto di uno score di 2 vittorie, 4 pareggi e sei sconfitte. L’ultimo successo in trasferta risale al 5 gennaio scorso, quando i biancorossi si imposero per 2-1 sulla Reggiana, con gol-partita di Branca e Corazza.
Allenato da Giuseppe Scienza, il FeralpiSalò è – assieme al Pavia – la squadra più giovane del campionato, con i suoi 22 anni di media. I bresciani sono attualmente attestati in decima posizione, a cinque punti dalla zona playoff, e sono reduci da due sconfitte di fila, la prima a Como e la seconda in casa contro la capolista Virtus Entella.
Contro il FeralpiSalò mister Rastelli, “ex” allenatore dei gardesani coi quali tre stagioni or sono ha conquistato la promozione in Prima Divisione, non può disporre degli squalificati Cappelletti, Branca e Vassallo. In difesa e a centrocampo tornano titolari Traore e Branca, mentre in attacco conferma in blocco per il tridente “piccole taglie” formato da Minesso, Corazza e Turchetta.
La cronaca. Inizio di match in discesa per i biancorossi, che trovano la rete del vantaggio dopo appena sette minuti di gioco, allorquando una punizione-cross di Pederzoli viene respinta centralmente dalla difesa di casa, con Turchetta che carica il destro da fuori area, spedendo il pallone nell'angolino e firmando l'1-0 per il Südtirol, nonché il suo primo gol ufficiale in maglia biancorossa. La formazione di Rastelli ritrova il gol su azione dopo 461 minuti.
La reazione del FeralpiSalò non tarda ad arrivare, ed un minuto più tardi - su punizione-cross di Ceccarelli e sponda aerea di Cinaglia - Miracoli va in gol, ma l'arbitro annulla per posizione di fuorigioco del centravanti gardesano.
Partita vivacissima, con Corazza che al 10' ruba palla a Cinaglia e si invola verso la porta gardesana, dribblando Branduani per poi calciare quasi a botta sicura, ma lo stesso Cinaglia riesce a rimediare in extremis, evitando la seconda capitolazione.
Come a Cremona, l'errore si rivela ben presto penalizzante per il Südtirol, giacché il FeralpiSalò dapprima colpisce il palo esterno con Bracaletti e poi perviene al pareggio, con Marsura che risolve una mischia, firmando l'1-1 e la sua ottava rete stagionale.
Continuano i fuochi d'artificio, e al 25' Miracoli – su spiovente da calcio d'angolo - colpisce di testa una clamorosa traversa, col pallone che carambola su Facchin, prima che la difesa biancorossa allontani definitivamente la minaccia.
Match vibrante, e al 27' – su imbeccata di Pederzoli – il gran destro al volo di Fink viene respinto non senza affanno da Branduani.
La partita non ha un momento di sosta, e al 31' un tiro violento di Corazza scheggia la traversa.
Dieci minuti più tardi i biancorossi si riportano in vantaggio, con bella combinazione fra Fink e Turchetta e con tiro sbilenco di quest'ultimo, ma il pallone perviene al limite dell'area a Branca che trova potenza e precisione per firmare il 2-1 e la sua seconda rete in campionato.
Allo scadere altre due palle-gol per i biancorossi, con Pederzoli ad armare dapprima il tiro di Turchetta disinnescato da Branduani e poi a favorire con uno spiovente da calcio d'angolo la battuta al volo di Corazza di poco alta.
E' l'ultima azione di un primo tempo che il Südtirol chiude meritatamente in vantaggio.
Si riparte, in entrambe le squadre, con gli stessi effettivi che hanno concluso il primo tempo e coi biancorossi che giocano più in contenimento, ma al 12' il Südtirol cala il tris, con conclusione dai 30 meri di Fink che va a sbattere contro la traversa e con Corazza che è il più lesto di tutti a ribadire di testa il pallone in rete, siglando il 3-1, ritrovando il gol dopo un mese e mezzo di astinenza e firmando la sua nona rete in campionato.
Forte di due reti di vantaggio, il Südtirol – saggiamente – amministra la partita, anche se non disdegna qualche sortita offensiva, come al 26' quando Martin arma il sinistro di Minesso, deviato in angolo.
Due minuti più tardi sussulto del FeralpiSalò, con Marsura che si libera di due avversari e favorisce la conclusione di Miracoli salvata sulla linea di porta da Martin.
Immediata la risposta biancorossa, con angolo di Minesso e colpo di testa di Kiem - entrato ad inizio ripresa - che termina a lato.
Il FeralpiSalò non c'è più, e al 40' – su angolo di Pederzoli – il colpo di testa in tuffo di Corazza si stampa sulla traversa.
Cerca gloria personale anche l'ottimo Pederzoli, con un tiro dalla distanza respinto da Branduani.
Finisce 3-1 per il Südtirol, che conquista la sua seconda vittoria consecutiva, mettendo in cassaforte i playoff. E adesso biancorossi potranno sfruttare il doppio turno casalingo contro Carrarese e Savona per puntare al 5° posto che significherebbe giocare in casa i quarti di finale degli spareggi-promozione in serie B. Insomma, si può guardare lontano.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,797 sec.

Inserire almeno 4 caratteri