Prima Categoria
giovedì 19 dicembre 2013
CALCIO
Tutti i numeri del girone di andata: i top e i flop

Tempo di primi bilanci nel torneo di Prima Categoria. Qualche settimana fa si è conclusa l'andata, che ha laureato campioni d’inverno il Nago Torbole nel girone A, la Virus Trento nel girone B e il Fiemme nel girone C. Tre formazioni che, guarda a caso, lo scorso anno si sono piazzate seconde, dando vita ai playoff. Curioso il fatto che nessuna delle formazioni retrocesse dalla Promozione, ovvero Azzurra, Garibaldina e Vallagarina, occupi posizioni di alta classifica; anzi, quest’ultima sembra addirittura candidata per inanellare la terza retrocessione di fila, visto che solo tre stagioni fa era in Eccellenza ed oggi occupa l’ultimo posto nel girone A, staccatissima da tutte le altre formazioni.
Sfogliando il nostro database ed incrociandone i dati si possono individuare una serie di numeri interessanti.

Il Fiemme è un rullo compressore, nessun team imbattuto
La squadra che vanta i valori più esaltanti è in assoluto il Fiemme, che ha conquistato 34 punti e sta già dominando il girone C, con sei lunghezze di vantaggio sull’Aquila. La formazione allenata da Diego Zaopo ha vinto ben 11 partite su 13, facendo meglio delle altre due capolista Nago Torbole (A) e Virtus Trento (B), che si sono fermate quota 10. Nessuna formazione è arrivata al giro di boa imbattuta, ma lo stesso Fiemme ci è andato vicino, avendo perduto una sola gara, esattamente il 17 novembre a Vattaro (3-1). I campi ancora involati sono ben sette, ovvero quelli del Nago Torbole, della Benacense e della Monte Baldo (girone A), della Virtus Trento (girone B), del Fiemme, dell’Aquila e del Vattaro (girone C). Le uniche compagini che non hanno ancora assaporato un successo sono Vallagarina (girone A) e Cauriol (C), mentre Adige (B) e Audace (C) hanno vinto un solo incontro. La squadra che ha perduto più gare è l’Adige (Girone B, 10 sconfitte), seguita dall’Audace (Girone C, 9 sconfitte). In tema di pareggi nessuno può superare Benacense (A) e Cauriol (C), che ne hanno conquistati 5. La striscia record di successi è quella del Nago Torbole, dieci consecutive fra la terza e la tredicesima giornata, tuttora aperta.

Ben 34 reti per la squadra di Zaopo, la Cauriol ne ha incassate 41
Se guardiamo alle reti, la squadra più prolifica è il Fiemme, a segno 34 volte in 13 incontri (media 2,6 a partita), seguito dalla Virtus Trento (31 gol), dalla Garibaldina (30) dal Calceranica (29), da Azzurra e Aldeno (28). Le difese peggiori sono quelle delle due squadre fanalino di coda nel girone C, ovvero Cauriol (41 reti subite) e Audace (32). Dietro troviamo l’Adige (31), il Paganella (27), il Povo Scania e l’Azzurra (26).
Se ci concentriamo sui marcatori, combinando le graduatorie dei tre gironi scopriamo che il re è Giorgio Garniga della Benacense, a segno ben 14 volte in 11 partite disputate. Dietro di lui troviamo Luca Giovanazzi dell’Aldeno (12) e un terzetto composto da Matteo Nicolussi Paolaz (Calceranica), Giacomo Caon (Ortigaralefre) e Massimiliano Delnegro (Virtus Trento). Gli autogol sono stati 15.
Le due squadre che hanno mandato in gol il maggior numero di giocatori sono Cauriol e Valrendena 06, le quali si sono avvalse di ben 12 diversi atleti per gonfiare la rete. Subito dietro incontriamo Aldeno, Fiemme e Garibaldina (11 giocatori). Il Marco è l’unica squadra che ha segnato con un portiere, Andrea Candioli, capace di andare in gol di testa il 15 novembre contro la Caffarese. Le squadre che vantano il minor numero di bomber sono Alta Anaunia, Guaita, Leno e Vallagarina (5 giocatori).
Sette i cambi di allenatore registrati fino a questo momento. Hanno interessato Tione, Calcio Bleggio, Guaita, Isera, Calisio, Adige e Povo Scania.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,732 sec.

Inserire almeno 4 caratteri