Lega Pro 1ª Div.
venerdì 11 gennaio 2013
CALCIO
Südtirol di scena a Pavia con la vetta nel mirino

Nella seconda giornata di ritorno del campionato di Prima Divisione Lega Pro, in programma domenica con calcio d’inizio alle ore 14.30 un Südtirol secondo in classifica a pari punti col Carpi e ad una sola lunghezza dalla capolista Lecce, nonché in serie utile da 7 giornate per effetto di 4 vittorie e 3 pareggi, di cui due a cavallo fra fine andata ed inizio ritorno per effetto del doppio 1-1 contro Tritium e Albinoleffe, è di scena allo stadio “Comunale Pietro Fortunati” per affrontare il Pavia, quinto in classifica in coppia con la Virtus Entella, imbattuto da 7 giornate per effetto di tre vittorie e quattro pareggi e sconfitto una sola volta nelle ultime 15 partite.
Insomma, trattasi di una sfida dall’alto coefficiente di difficoltà per la formazione di mister Stefano Vecchi. Un match che, oltretutto, ha i connotati dello scontro diretto in chiave playoff e che mette in palio punti particolarmente pesanti anche in considerazione del fatto che dopo il match del “Fortunati” capitan Furlan e compagni rimarranno a riposo per due domeniche di fila, la prima per la sosta imposta a rotazione dal calendario a 17 squadre e la seconda per la pausa che osserverà tutto il campionato. Dopo Pavia, quindi, il Südtirol tornerà in campo lunedì 4 febbraio, in occasione del “Monday Nihgt” contro il Lumezzane, in programma allo stadio Druso e in diretta tv su Rai Sport.
Ma tornando al match di questa domenica al “Fortunati”, mister Stefano Vecchi non potrà disporre dello squalificato Branca, né degli infortunati Campo e Clementi.
Il 41enne allenatore bergamasco sembra orientato a confermare 10 undicesimi della formazione iniziale che – domenica scorsa - ha affrontato l’Albinoleffe. L’unica novità dovrebbe essere rappresentata dal ritorno, dopo il turno di squalifica, di Luca Bertoni in cabina di regìa, col decentramento di Uliano a sinistra nel triangolo di centrocampo completato da capitan Furlan.
In trasferta il Südtirol ha sin qui conquistato 10 dei 30 punti che detiene in classifica per effetto di uno score di 2 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte. Ma il rendimento esterno dei biancorossi è sensibilmente migliorato nelle ultime sei partite lontano dal Druso, nelle quali il team di mister Vecchi ha perso solo a Trapani, conquistando per contro due vittorie, a Treviso (1:3) e a Lecce (0:1), e tre pareggi sui campi di Reggiana (2:2), Virtus Entella (1:1) e Tritium (1:1).
I nostri avversari ai raggi “X”. Questa è la terza stagione consecutiva nella quale il Pavia milita nel campionato di Prima Divisione Lega Pro. Nella scorso campionato la riconferma in categoria è arrivata ai playout, raggiunti con una mirabile rimonta dall’ultimo posto in classifica e vinti a spese della Spal. Sulla panchina pavese è stato riconfermato mister Giorgio Roselli, che dopo uno stentato avvio, con due sconfitte in altrettante gare, ha saputo trovare la cosiddetta quadratura del cerchio, permettendo alla sua squadra di risalire la china della classifica sino ad attestarsi in zona playoff. Il Pavia non perde dal 4 novembre scorso (Cuneo-Pavia 2:0) ed è in serie utile da 7 giornate in virtù delle vittorie contro Cremonese (0:1), Reggiana (1:0) e FeralpiSalò (0:3) e dei pareggi con Lecce (2:2), Trapani (2:2), Albinoleffe (0:0) e Portogruaro (2:2). In casa il Pavia ha ottenuto 11 dei 26 punti che detiene in classifica per effetto di uno score di 2 vittorie, 5 pareggi e una sola sconfitta, quest’ultima risalente addirittura alla prima giornata di campionato contro il FeralpiSalò (1-2), rispetto al quale la formazione di Roselli si è presa una bella rivincita domenica scorsa, imponendosi nel Bresciano per 3:0. Dopo Cremonese (10), Carpi (11) e Lumezzane (13), il Pavia ha la quarta miglior difesa del campionato con 14 reti subite in 17 partite. I gol segnati sono invece 19, otto dei quali messi a segno da Giacomo Beretta, 20enne attaccante di scuola Milan, già in serie B con Ascoli e Juve Stabia.
La gara d’andata. Lo scorso 9 settembre il Südtirol conquistò al Druso la sua prima vittoria in campionato, superando il Pavia per 2:1. Una vittoria ottenuta in rimonta, dopo l’iniziale svantaggio a firma di Beretta, grazie alla doppietta realizzata su calcio di rigore da Alessandro Campo, che dagli undici metri trasformò a fine primo tempo i due ineccepibili penalty assegnati per i falli subiti dapprima da Simone Iacoponi e poi da Marco Martin.

Le possibili formazioni

Pavia (4-4-2): Kovacsik; Capogrosso, D’Orsi, Fasano, Losi; Statella, Ferrini, La Camera, Di Chiara; Cesca, Beretta.
A disposizione: Redaelli, Mangiarotti, Turi, Bracchi, Meza Colli, Lussardi, Romano. Allenatore: Giorgio Roselli
FC Südtirol (4-3-3): Marcone; Iacoponi, Cappelletti, Bassoli, Martin; Furlan, Bertoni, Uliano; Fink, Maritato, Thiam.
A disposizione: Grandi, Kiem, Tagliani, Bontà, Candido (Ahmedi), Pasi, Bocalon. Allenatore: Giorgio Roselli
Arbitro: Tiziano Reni di Pistoia (Cecconi-Abruzzese)

Alessandro Campo esulta dopo il gol della gara d'andata
Alessandro Campo esulta dopo il gol della gara d'andata

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,219 sec.

Inserire almeno 4 caratteri