Lega Pro 1ª Div.
lunedì 15 ottobre 2012
CALCIO
La legge del Druso non tradisce il Südtirol: Cuneo ko

Alla dura legge del Druso, dove il Südtirol è imbattuto da 8 mesi e mezzo e dove aveva vinto le precedenti due partite con Pavia e Carpi, si è dovuto piegare anche il Cuneo, sconfitto per 2:1 da una doppietta di Simone Iacoponi, difensore-goleador che ha realizzato un gol per tempo e fatto giustizia sull’esito finale del match dopo il momentaneo e immeritato pareggio del Cuneo.
Inizia con piglio autoritario, il Südtirol, con Furlan che dopo trenta secondi guadagna una rimessa laterale, battuta da Iacoponi che scambia con lo stesso Furlan per poi effettuare un traversone basso, sul quale Thiam – scivolando - prova a sospingere il pallone in rete, ma Rossi salva sulla linea di porta. Insistono i biancorossi, e al 5’ una bella azione in linea - avviata da Uliano e rifinita da Thiam - favorisce la battuta di destro dai 20 metri di Furlan, che non inquadra la porta. Il Cuneo fatica ad uscire dal guscio, e al 9’ - su lancio in verticale di Bassoli – Maritato e Martin vanno in pressione sul portiere ospite che perde incredibilmente il pallone in uscita bassa, ma Martin – da posizione defilata – non riesce ad inquadrare la porta rimasta sguarnita.
Dà buona continuità alla propria manovra, la formazione biancorossa, con Branca che al 15’ salta il diretto avversario sulla sinistra e poi scodella un buon pallone che Fink – contrastato – calcia al volo sul fondo da due passi. Dal 20’ si inizia a giocare sotto la pioggia, col pallino del gioco sempre saldamente in pugno alla formazione di Vecchi e col Cuneo chiuso a riccio nella propria trequarti. Al 34’ Uliano imbuca un buon pallone in area per Iacoponi, la cui battuta di prima intenzione viene deviata in angolo. Dalla bandierina dosato traversone di Furlan e gran stacco di testa dello stesso Iacoponi che firma il meritatissimo 1-0 biancorosso. Nelle precedenti cinque partite non era mai successo che il Südtirol passare per primo in vantaggio.
Continua, fluida e dinamica la manovra biancorossa, col Cuneo che prova a raccogliere oltre i propri risibili meriti al 44’, quando Ferrario innesca la corsa verso la porta altoatesina di Fantini, sul quale però piomba come un fulmine Martin che in scivolata scongiura il pericolo.
L’inizio di ripresa è avaro di emozioni, col Südtirol che amministra il vantaggio, ma poi si accendono i riflettori e il Cuneo abbaglia i biancorossi su lancio a lungo di Garavelli che Ferrario – vincendo il duello con Bassoli – allunga sul secondo palo per la scivolata di Fantini che anticipa Cappelletti e fa 1-1.
Prova subito a reagire il Südtirol con mister Vecchi che inserisce Campo per Fink e con Furlan che – dopo traversone dalla sinistra di Martin – prova la battuta di destro che risulta però larga.
Ma i biancorossi rimettono le cose a posto al 27’, allorquando su cross di Martin la sponda di Bassoli raggiunge Iacoponi che con un’altra girata di testa firma il 2-1 e l’insolita doppietta personale. Poi il Südtirol serra le fila, e al 43’ – su cross di Martin – per poco lo scatenato Iacoponi, strattonato da Sentinelli, non firma la tripletta personale. Ma può bastare così, visto che il 2-1 finale vale la terza vittoria consecutiva in casa per il Südtirol, che al Druso conferma di avere una marcia in più.

L'incornata vincente di Iacoponi
L'incornata vincente di Iacoponi

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,188 sec.

Inserire almeno 4 caratteri