Calcio Femminile
lunedì 8 marzo 2010
CALCIO
Acf giovanili: l'Under 19 va ko, vince l'Under 14

Il recupero del campionato primavera contro il Mozzecane non partiva sotto buoni auspici, considerato che per assenze varie e concomitanza della partita dell'under 14 la formazione schierata da mister Caracristi non poteva contare su alcun cambio, presentando solo le undici titolari iniziali.
La partita inizia subito male perché Chiara Groff subisce un infortunio ed è costretta ad abbandonare il terreno di gioco; dagli accertamenti successivi si scopre che ne avrà per circa un mese, campionato finito per il forte difensore centrale, a lei auguri per la convalescenza.
In forzata inferiorità numerica le nostre ragazze creano comunque difficoltà nello sviluppo della manovra al Mozzecane, che però riesce comunque a chiudere il primo tempo in vantaggio di due reti.
Nella ripresa per la prima mezz'ora le nostre ragazze dimostrano il proprio attaccamento alla maglia senza risparmiarsi, ma proprio per questo nel finale crollano fisicamente, subendo altre tre reti.
Pesante il passivo di 0 a 5, pur maturato con tutte le attenuanti del caso, ragazze tutte da encomiare per l'impegno profuso, in particolare Dalla Santa, Bonenti e Bertoldi, che dividono equamente il titolo di uomo partita sky. E' nelle difficoltà che si vede il carattere dei giocatori e la decina di oggi ha dimostrato di avere un bel temperamento.
Sabato prossimo trasferta a Vicenza per effettuare il secondo recupero di campionato.


INIZIA BENE IL RITORNO DELL'UNDER14
Ritornano le ragazzine terribili e i colleghi maschietti del girone D esordienti iniziano a capire che non sarà mai una passeggiata contro di loro.
A Chizzola, la formazione del Castel San Giorgio si dimostra agguerrita e impegna le nostre piccole fin dai primi minuti, così anche loro capiscono che l'impegno in questa fase primaverile dovrà essere sempre al massimo; a metà del primo tempo da azione di calcio d'angolo Zappalà è più lesta di tutti e batte il portiere avversario; un paio di minuti più tardi Pignatelli incanta il pubblico. L'arbitro assegna una punizione poco oltre la metà campo, la distanza è notevole ma la numero dieci non si lascia impressionare, scatena il suo destro potente, la traiettoria della palla sembra teleguidata per quanto è precisa, andando ad abbassarsi sotto la traversa senza che il portiere potesse far nulla per impedire il gol. L'uno-due potrebbe far smarrire gli avversari che invece hanno una bella reazione e accorciano le distanze complice un fuori gioco male applicato dalla nostra linea difensiva.
Nel secondo tempo è ancora Zappalà a far male, sfruttando un lancio dalla tre quarti si infila tra i difensori e di mestiere con un beffardo pallonetto supera il portiere in uscita, ma poco dopo gli avversari replicano con un perfetto colpo di testa su un'azione nata da calcio d'angolo e si rifanno subito sotto. A questo punto è il portiere Angela Valenti a salire in cattedra, compiendo due interventi al limite dell'impossibile, ripetendosi ancora nel finale del terzo tempo e permettendo alla squadra di chiudere la partita sul 3 a 2, anche perché poco prima ancora una punizione di Pignatelli non sortiva il risultato della precedente andando appena sopra la traversa.
Partita equilibrata e divertente, nonostante le molte assenze e una formazione ancora rimaneggiata le nostre portacolori hanno dato comunque l'ennesima dimostrazione che sanno giocare bene al calcio, con Giulia Rosa perfetto metronomo a centrocampo; nella partita di oggi la palma di uomo partita sky non può non andare ad Angela Valenti, che con le sue parate determinanti ha permesso la vittoria dimostrando di non avere accumulato ruggine nella pausa invernale.
Domenica prossima, sul campo amico di Melta, sfida contro i ragazzi del Rovereto.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,516 sec.

Inserire almeno 4 caratteri