Serie C2
domenica 16 marzo 2008
CALCIO
Südtirol sconfitto a Carpenedolo per 2-1

Continua il mal di traferta dell’Alto Adige. Anche nella 28° giornata del campionato di serie C2 i ragazzi allenati da mister Firicano non riescono a sfatare il tabù che finora li vede mai vittoriosi fuori casa in questa stagione. A Carpenedolo incassano una sconfitta, nonostante la superiorità numerica per più di tre quarti partita dopo l’espulsione di Fabiano al 13° del primo tempo. Le reti bresciane sono state segnate da Malatesta, che pure ha sbagliato un calcio di rigore, e di Le Noci su rigore, mentre Benvenuto aveva momentaneamente pareggiato i conti a metà ripresa. Con questa sconfitta i biancorossi scivolano dall’ottavo all’undicesimo posto in classifica e hanno ora un ritardo di tre punti sui piazzamenti playoff, mentre sono quattro i punti che li separano dai posti playout.

Carpenedolo senza lo squalificato Chiazzolino parte subito forte contro l’Alto Adige al gran completo e con il rientrante Carfora. Già al sesto Fabiano va vicinissimo al gol con un colpo di testa che si perde sul fondo non di molto, ma poi, pochi secondi dopo, commette un’ingenuità enorme quando a gioco fermo rifila una sberla a Benvenuto con l’arbitro che lo manda anzitempo sotto la doccia. Ma anche con un uomo in meno il Carpenedelo non demorde e al 20° si procura un calcio di rigore per fallo di Kiem su Galuppo in area biancorossa. Dagli undici metri parte Malatesta che si fa ipnotizzare da Servili che para. Il forte attaccante bresciano si rifa però tredici minuti dopo infilando Servili con un bellissimo tiro a giro da poco fuori dall’area. Ancora prima dell’intervallo Malatesta si rende ancora pericoloso, ma stavolta la sua conclusione termina sul fondo.

Nel secondo tempo l’Alto Adige è come trasformato e comincia a prendere in mano le redini del gioco. Al 51° c’è la grande parata di Altebrando su colpo di testa di Veron, il portiere bresciano si ripete al 70° quando manda sulla traversa un tiro sotto misura dell’attaccante argentino. Quattro minuti dopo l’Alto Adige trova il meritato pareggio con una conclusione di Benvenuto leggermente deviata che inganna Altebrando. I biancorossi ora sperano nella vittoria, ma vengono castigati dal contropiede dei padroni di casa con Thomas Veronese (nella foto)che non può fare altro che mettere giù Cazzamalli in piena area di rigore. Giallo per lui e rigore per il Carpenedolo con Le Noci che non si fa pregare due volte ed insacca per il 2:1 finale a quattro minuti dalla fine. A nulla porta l’assedio finale biancorosso, da Carpenedolo si torna a casa a mani vuote.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri