Femminile
lunedì 13 gennaio 2020
CALCIO
Il Trento dilaga nel primo tempo, ma nel secondo viene ripreso

Un Trento tanto brillante nel primo tempo, quanto ingenuo nella ripresa pareggia il derby con l’Isera al termine di 90 minuti al cardiopalma. Le reti di Rovea e Rosa, sommate all’autogol di Manconi, vengono compensate dall’autorete di Callegari e dai gol di Carabelli e Planchestainer nel finale.

La cronaca


Per il derby con l’Isera, mister Pavan cambia due elementi in difesa e altrettanti a centrocampo schierando Bertamini, Lucin, Tononi e Rovea.
Le gialloblù aggrediscono la gara e, dopo aver scaldato i guantoni a Casapu con una staffilata di Fuganti, passano a condurre: Alessandra Tonelli guadagna il fondo e spedisce un pallone teso in mezzo all’area, che viene deviato nella propria porta da Manconi nel tentativo di anticipare Poli.
L’Isera stenta a rispondere, così la partita scivola fino alla mezz’ora, quando le giocatrici di Pavan riescono a servire il bis con Rovea, abile a battere Casapu con estrema freddezza. Sulle ali dell’entusiasmo, il Trento centra due legni: prima con una conclusione dal limite di Tonelli che si stampa sulla traversa, poi con una deviazione sottomisura di Poli che centra il palo.
Al tramonto della prima frazione, le gialloblù trovano l’agognato tris e Rosa si dimostra precisa in termini di tempismo e traiettoria deviando alle spalle di Casapu il traversone dal fondo di Rovea.
Ad inizio ripresa i ritmi sono invece più blandi e, dopo dodici minuti dal ritorno in campo, l’Isera riesce ad accorciare le distanze sfruttando un rinvio errato di Callegari, che termina nella propria porta. Il Trento non tarda a rispondere, ma le deviazioni sottomisura di Rovea e Poli mancano lo specchio della porta, graziando l’Isera.
Nella seconda parte della ripresa è invece Casapu a tenere a galla le biancorosse, dimostrandosi reattiva in occasione di entrambe le conclusioni sfoderate da Tonelli tra il 24’ e il 32’ minuto. A cinque minuti dal termine, l’Isera torna incredibilmente in gara e la mischia creatasi in area sugli sviluppi di un corner favorisce il tap-in di Carabelli, che sigla il momentaneo tre a due. Pochi istanti dopo la rimonta si completa e una situazione fotocopia porta alla conclusione sottomisura di Planchestainer, che spedisce in rete, facendo esplodere di gioia le proprie compagne.
È l’ultimo atto di una partita tanto spettacolare quanto crudele per le gialloblù, rimaste a distanza di sicurezza fino a pochi istanti dal termine e beffate da un finale di gara incredibile.

Il tabellino


ACF TRENTO – ISERA 3-3
TRENTO: Callegari, Lucin, Bertamini, Ruaben, Chierchia, Fuganti, Tononi (20’st Pasqualini), Poli, A. Tonelli, Rovea (27’st Torresani), Rosa (13’st Maurina). A disposizione: Varrone, L. Tonelli, Regini, Daprà. Allenatore: Libero Pavan
ISERA: Casapu, Stedile (18’st Carabelli), Manconi, Boccagni, Planchestainer, Pellegrini, Bonenti (35’st Cova), Bertolini (8’st Casagrande), Gazzini (10’st Monaco), Pasqualini (40’st Cavagna), Slomic. A disposizione: Tesini, Baldessari, Zane. Allenatore: Senad Slomic
ARBITRO: Cavasin di Castelfranco Veneto
RETI: 11’pt autogol Manconi (T), 29’pr Rovea (T), 43’pt A. Tonelli (T), 12’st aut. Callegari (I), 40’st Carabelli, 44’st Planchestainer.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri