Serie D
sabato 11 gennaio 2020
CALCIO
Legnano cinico, Levico Terme sconfitto dal gol lampo

Un brutto Levico Terme cade per la terza volta consecutiva. Al Legnano, secondo in classifica, basta un minuto per sorprendere i trentini e incamerare i tre punti con grande cinismo.
Ci si aspettava una reazione da parte del Levico, in maglia gialloblù, dopo la sconfitta per 5 a 2 di domenica scorsa, invece la squadra di Roberto Cortese quasi mai si è resa pericolosa in avanti. I lombardi vincono con il minimo sforzo, non calciando praticamente mai in porta se non in occasione del gol vittoria.
Cortese schiera dal primo minuto Boglic tra i pali, con la coppia di centrali Pralini e Gorzelewski, sugli esterni ad agire il giovane De Nardi e Piacente. In mezzo al campo Voltasio in cabina di regia supportato da Sartori e Bonetto. In avanti Caruso, Esposito e Marku.
Approccio al match da dimenticare per padroni di casa. Non passa nemmeno un minuto e il Legnano passa in vantaggio. Calcio di punizione di Cocuzza e pallone che sbatte nella parte inferiore della traversa e finisce in rete. La reazione del Levico Lerme arriva con Bonetto, ma la sua conclusione è facile preda di Ragone. Legnano che addormenta la gara, Levico che non trova spazi per affondare. Lo spettacolo e le occasioni latitano. Esposito al 33’ ci prova di testa, sfera abbondantemente a lato. Poco dopo è il giovane Sartori ad armare il destro, con la palla che finisce alta. Al 45’ errore in uscita degli ospiti, Esposito scarica un sinistro preciso, forse troppo, con il pallone che incoccia con il palo interno e attraversa tutto lo specchio della porta senza entrare in rete. Senza alcun minuto di recupero il primo tempo va in archivio.
Nella ripresa il Levico Terme fa la gara, senza riuscire a sfondare. Al 16’ combinazione nello stretto degli attaccanti di casa con conclusione finale di Esposito parata da Ragone. Al 22’ si vede il Legnano con Cocuzza dalla distanza che calcia sopra la traversa. Al 23’ Perez commette fallo su Piacente e l’arbitro estrae il secondo giallo: il Legnano resta in dieci. Nonostante la superiorità numerica i valsuganotti faticano a creare occasioni. Ci prova al 35’ Caruso dalla distanza, con Ragone che blocca.
I ragazzi di Roberto Cortese tengono in mano il pallino del gioco, ma non velocizzano mai l’azione, non arrivando mai a crossare o concludere da buona posizione.
Finisce uno a zero per il Legnano che raccoglie tre punti con il minimo sforzo. Mercoledì la squadra trentina scenderà in campo sul campo del Nibionnoggiono.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri