SporTrentino.it
Giudice sportivo

Giudice Sportivo, cinque giornate a Telser

Le principali decisioni del Giudice Sportivo nei massimi campionati regionali e provinciali.

Eccellenza, nessuna squalifica trentina

Saranno solamente Yuri Facchinelli (Termeno) e Hannes Ohnewein (San Paolo) – entrambi espulsi nel turno infrasettimanale – a saltare per motivi disciplinari la nona giornata del campionato di Eccellenza. Per quanto riguarda la massima divisione regionale, il Comunicato Ufficiale pubblicato oggi dalla Figc riporta infatti soltanto la già scontata squalifica di Stefan Frötscher, attaccante del Termeno che era stato espulso mercoledì 9 ottobre nel recupero del match con il Lana e che quindi domenica 13 ha assistito dalla tribuna alla vittoria dei bianconeri sull’Anaune.

Donne, cinque turni a Tabea Talser

Nell’Eccellenza femminile, spiccano le cinque giornate comminate a Tabea Telser (Red Lions Tarres) “per aver a fine gara sputato verso l’arbitro”. Più ordinarie le squalifiche per un turno notificate a Daniela Panizza (Cf Valli del Noce) e Ramona Bottamedi (Chiusa) e le inibizioni fino al 24 ottobre ai dirigenti Giuseppe Comberiati (Chiusa) e Hannes Pichler (Red Lions Tarres).

Promozione, per tre calciatori due giornate di stop

Diversa la situazione in Promozione, dove sono sei i calciatori appiedati dal Giudice Sportivo. Due le giornate rimediate da Christian Malfer (Cavedine Lasino), Nicola Cavagna (Sacco San Giorgio) e Michele Pola (Borgo), con quest’ultimo che si è guadagnato il cartellino rosso a match già concluso, offendendo il direttore di gara al rientro negli spogliatoi dopo la partita persa dai valsuganotti contro il Calciochiese: tutti tre potranno rientrare domenica 27 ottobre, dopo aver scontato le due giornate di squalifica domenica 20 e mercoledì 23, data in cui è programmato il turno infrasettimanale. Una giornata è stata invece comminata a Giuseppe Giacco (Benacense), espulso domenica a Rovereto, e a Enrico Callovini (Mezzocorona) e Daniele Bertagna (Rovereto), che hanno raggiunto il cumulo di cinque ammonizioni in diversi match.

Sempre nel massimo campionato provinciale, da segnalare le ammende di 150 euro comminate a Pinzolo Valrendena e Telve in quanto “sostenitori di parte, offendevano ripetutamente la terna arbitrale”.

Prima Categoria, due appiedati nella Monte Baldo

Passando alla Prima Categoria, otto le squalifiche (tutte per un turno) notificate. Nel girone A appiedati Gianmarco Cramerotti (Aldeno), Massimiliano Gabbia (Pieve di Bono) e Riccardo Gualteroni (Virtus Trento), nel B Luca Frasca e Dimitri Mazzurana (Monte Baldo) e Christian Larcher (Tnt Monte Peller), nel C Thomas Dagostini (Valsugana) e Nicola Carlin (Porfido Albiano), quest’ultimo squalificato per cumulo di ammonizioni.

Da citare, nel girone B, anche le inibizioni fino al 24 ottobre ai dirigenti Massimo Frapporti e Massimiliano Pedotti del Trambileno, oltre che a mister Alessio Ferrari della Monte Baldo. L’Alto Garda, fanalino di coda del girone B, ha inoltre rimediato 80 euro di multa “per non aver usato i prescritti cartelli per le sostituzioni”.

Seconda, doppia squalifica per tre

In Seconda Categoria squalificati per due giornate Luca Righetto (Cauriol, girone B), Alessandro Stanchina (Solandra, girone B) e Federico Comper (Azzurra, girone C). Un turno è stato invece comminato ad Andrea Armani (3P Valrendena) nel girone A, a Simone Bampi (Dolasiana) e Andrea Turrini (Robur) nel girone B, Mattia Pedron (Adige), Gianluca Rinaldo (Audace), Matteo Ferraris (Bolghera), Giacomo Caon (Roncegno) e Daniel Moranduzzo (Tesino) nel girone C.

L’Adige è stato inoltre sanzionato con 100 euro di ammenda “per aver permesso la presenza in panchina di persona non autorizzata”.

Under 17, a Pergine e in Val Rendena pubblico maleducato

Nelle categorie giovanili, a dir poco censurabili i comportamenti dei sostenitori di Pergine Calcio e Pinzolo Valrendena, società punite con 100 euro di ammenda: la compagine valsuganotta è stata multata in quanto “a gara terminata, alcuni spettatori di parte, cercavano di attingere con sputi dagli spalti, i calciatori avversari rientranti”, quella giudicariese perché “sostenitori di parte, offendevano ripetutamente il direttore di gara”.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,172 sec.

Classifica

Notizie

Videoclip