Serie D
domenica 24 febbraio 2019
CALCIO
Bertoldi agguanta il Belluno sull’uno a uno

Fabio Bertoldi dal dischetto agguanta il Belluno del tecnico ex Trento Roberto Vecchiato. Il Levico Terme gioca una buona gara sfiorando il gol in più di un'occasione e, in inferiorità numerica per l’espulsione di Aquaro al 25’ del secondo tempo, soffre gli attacchi degli ospiti, andando però vicinissimo al gol vittoria al 93’ con Pellielo.
La squadra valsuganotta, dopo l’importantissima vittoria di mercoledì nel recupero contro il Tamai grazie alla zuccata di Aquaro, parte con il freno a mano tirato, rischiando però ogniqualvolta che attacca di andare in rete con Bertoldi e Aquaro.
Paolo Favaretto opta per un “4-4-2”: Costa in porta, Demian e Pregnolato sugli esterni, Bagatini con Dall’Ara al centro. Centrocampo a rombo con vertice basso Luca Bertoldi, Castellan e Salvaterra a supporto, con il giovane Marku più avanzato. In attacco la coppia è Aquaro - Fabio Bertoldi.
Primo sussulto ospite al 5’ con Petdji che di testa mette a lato di un soffio, con il guardalinee che comunque aveva alzato la bandierina per posizione di offside. Bellunesi che con Corbanese si rendono ancora pericolosi, ma la mira è imprecisa. Al primo affondo il Levico va vicinissimo al vantaggio: Aquaro spizza di testa per Bertoldi che si invola da solo davanti al portiere, ma il suo diagonale finisce a lato. I padroni di casa premono e al 13’ Castellan centra per Aquaro che di testa esalta Burigana che respinge con Fabio Bertoldi ad insaccare. L’arbitro su segnalazione del guardalinee annulla per offside. Al 28’ ghiotta occasione per il Belluno con Miniati che stoppa e calcia da buona posizione, ma Costa respinge. Sul ribaltamento di fronte Castellan arriva sul fondo e serve Fabio Bertoldi che, complice un brutto rimbalzo del pallone, sparacchia il pallone in rimessa laterale. Si va al riposo sullo zero a zero.
Il Belluno riparte bene, ma è il Levico ad essere insidioso: Marku lanciato da Bertoldi cambia gioco per Salvaterra che crossa per Aquaro che ci prova in rovesciata, la palla arriva a Bertoldi ma la difesa si salva in angolo. Al 14’ i ragazzi di Vecchiato passano in vantaggio, sfruttando un buco difensivo dei valsuganotti con Corbanese che batte Costa. La reazione del Levico Teme è veemente e al 21’ arriva il pareggo. Marku viene atterrato da Miniati. Per il direttore di gara non ci sono dubbi e assegna la massima punizione. Dal dischetto si presenta Fabio Bertoldi che fa uno a uno.
Al 25’ Aquaro lascia i trentini in inferiorità numerica per una presunta gomitata e il Belluno con un uomo in più attacca alla ricerca del nuovo vantaggio, con Mosca e Miniati che vanno vicinissimo al nuovo vantaggio. Nell’ultimo dei tre minuti di recupero il Levico Terme sfiora il gol vittoria: Demian sfonda sulla sinistra e crossa per la torsione di testa di Pellielo, ma Burigana vola e salva i suoi.
Finisce così uno a uno in viale Lido, un pareggio fondamentalmente giusto per quanto visto in campo. Per la squadra di mister Paolo Favaretto secondo risultato utile consecutivo, ed ennesima gara da non sbagliare nel prossimo turno, in casa del Cartigliano.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,594 sec.

Inserire almeno 4 caratteri