Mercato
mercoledì 27 giugno 2018
CALCIO
Dro e Rotaliana non scherzano

Dro Alto Garda e Rotaliana regine del mercato. Le sedici formazioni del campionato d'Eccellenza stanno trovando ormai una definizione e, dopo alcuni anni di dominio altoatesino, le squadre della provincia di Trento e di Bolzano annovereranno lo stesso numero di team.
Le new entry Dro Alto Garda e Rotaliana, la prima retrocessa dalla serie D dopo cinque anni consecutivi in interregionale, la seconda promossa dalla Promozione, hanno fatto registrare colpi importanti. La compagine gialloverde ha affidato la panchina a Stefano Manfioletti, si tratta di un ritorno per lui poiché allenò i droati in D per una stagione, dopo le esperienze con Trento (campionato di Promozione ed Eccellenza vinti) e Levico Terme (salvezza nelle quarta serie nazionale). Il Dro, sebbene manchino ancora almeno un paio di elementi importanti per completare la rosa (dovrebbero arrivare giocatori da fuori regione), ha portato tra le sue fila elementi di spicco come Tavernini e Pasini dall'Arco, Chemolli dal Cavedine Lasino, Pancheri ex capitano di Trento e Levico Terme, Gattamelata dalla Strada del Vino, Brusco dal Levico Terme e Nervo dalla Rotaliana. La squadra di Mezzolombardo, invece, confermata la guida tecnica di Max Baldo, ha trattenuto De Simone, Zentil, Speziale e Perri tra i tanti, e si è rinforzata con Furini dall'Aquila Trento, Aiello dal Naturno, Canali dal Mori Santo Stefano e Orsini dal Gardolo.
Le altre neopromosse, ViPo Trento, Lana e Appiano si sono mosse con acquisti mirati. La formazione trentina, allenata da Marco Girardi, ha preso Dalfovo per l'attacco dall'Aquila Trento, ma sta lavorando per un esterno offensivo qualora Filippini non dovesse restare e per un centrocampista al posto di Iachemet a fine attività. Il Lana ha sistemato la difesa con l'arrivo del classe 1999 Debiasi dalla Virtus Bolzano e l'attaccante Nicoletti dal Naturno. L'Appiano ha preso Luca e Maurizio Foldi dal San Martino.
Il Lavis del confermato Bandera ha sfoderato un colpo importante per l'attacco, quale Conci, già capocannoniere del massimo campionato regionale con la maglia del Levico Terme. Le altre trentine Calciochiese, Comano Fiavè, Anaune e Arco si sono mosse poco per ora. Il Calciochiese di Fabio Berardi ha fatto registrare gli arrivi e Rinaldi ed El Bouazzaoui dalla Condinese, mentre il Comano Fiavè, confermati i prezzi pregiati, ha portato tra le proprie fila l'attaccante Dalponte dal Calcio Bleggio. L'Anaune del nuovo tecnico Manuel Mariotti, salutato Biscaro che è andato al Levico Terme, ha sistemato l'attacco con Alessio Mariotti e il classe 1999 Maistrelli. L'Arco ha fatto registrare l'arrivo di Michele Ischia per la difesa, dopo la stagione da allenatore del Dro in serie D. Il San Paolo, terzo in classifica la scorsa stagione, ha preso Danieli dalla Virtus Bolzano, il terzino Dallago, classe 1999, dal Sudtirol, Ferraris e Dorigoni dal Laives,
Termeno e Maia Alta hanno voglia di rivincita: i bianconeri hanno preso Scuttari dal Laives per difendere la propria porta, Lotti in difesa, Rabenstainer in mezzo al campo (giovanili Sudtirol) e Ungureanu per l'attacco proprio dal Maia Alta. I meranesi, con Luca Lomi in panchina, si sono assicurati gli attaccanti Drescher dal Bozner e Lanthaler dal San Martino. Il Brixen ha affidato la guida tecnica a Rella, il Naturno ad Harald Kiem e il San Martino a Pixner. Per i gialloblù da segnalare Lo Presti e Mair dal Laces. Per il San Martino l'attaccante Jurcevic,

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri