Serie C
domenica 3 giugno 2018
CALCIO
Il Südtirol batte la Viterbese per 2-0 e va in semifinale

Già forte del pareggio dell'andata, il Südtirol non fa calcoli (gli sarebbe bastato un altro pari) e si aggiudica allo stadio Druso la gara di ritorno dei quarti di finale dei playoff, battendo per 2-0 (primo gol, manco a dirlo, di Rocco Costantino, raddoppio allo scadere di Candellone, ma anche 17esimo “clean sheet” stagionale di super Offredi) e qualificandosi così alle semifinali, dove affronterà il Cosenza, con gara d'andata già questo mercoledì, 6 giugno, allo stadio Druso (orario da definire).

La cronaca


Nel secondo round contro la Viterbese mister Zanetti, che non può disporre degli acciaccati Cess e Roma, conferma 10 undicesimi della formazione iniziale che ha pareggiato a Viterbo. La novità è rappresentata dal rientro, dopo la squalifica, di Gyasi, che torna a far coppia in attacco con bomber Costantino, con Candellone inizialmente in panchina.
Al Druso, di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni (2.700 spettatori), inizio di match intraprendente e aggressivo della Viterbese, come era lecito aspettarsi, ma è del Südtirol il primo affondo, segnatamente al 4', quando Frascatore si distende lungo la corsia di sinistra per poi effettuare un cross radente a centro area, dove Costantino è in ritardo di un soffio.
Più manovriera la Viterbese, che si impossessa del pallino del gioco e prova a “fare” la partita, mentre la formazione di Zanetti attende sorniona nella propria metà campo, pronta a ripartire in contropiede.
All'11' corner biancorosso battuto corto da Frascatore per il cross di prima intenzione di Berardocco sul secondo palo, dove Sgarbi si eleva bene e impatta il pallone mirando l'angolino più lontano, ma il pallone si perde sul fondo.
Un minuto più tardi cross ancora dalla sinistra, questa volta di Broh, con Costantino che non può raggiungere il pallone, anche perché spintotanto alle spalle da De Vito. Ci poteva stare il rigore.
Ancora un giro di lancetta più tardi, azione insistita sempre sulla sinistra fra Giasy e Fink, con assist a centro area di quest'ultimo per la girata di Broh, alta sopra la traversa.
Al 26', visto il gran caldo, l'arbitro concede alle due squadre un minuto di tempo per rinfrescarsi e dissetarsi nei pressi delle due panchine. Gli allenatori ne approfittano per dare corso ad una sorta di time-out tecnico.
Dopo l'iniziale ma sterile predominio della Viterbese, è la squadra di Zanetti a sviluppare con continuità buone trame offensive, come al 34' quando Gyasi si incunea in area e arriva a tu per tu col portiere ospite che ne respinge la conclusione con una coraggiosa uscita di piedi.
Un minuto più tardi su palla respinta dalla difesa laziale, messa sotto pressione da Costantino, la sforbiciata di Frascatore spiove sotto la traversa, costringendo Iannarilli a smanacciare il pallone sopra la traversa.
Al 40' brivido per i biancorossi su lancio profondo di Rinaldi, sul quale Sgarbi – in anticipo – subisce fallo da Calderini, col pallone che sfila in area e con la girata di Jefferson che va a stamparsi sul palo interno, poi ci mette i guantoni Offredi e quindi l'azione sfuma per fallo in attacco deli ospiti.
Ultima azione del primo tempo di marca biancorossa, con Tait che duetta con Berardocco, il quale imbuca un gran pallone in area per Costantino che strozza però la conclusione, parata in due tempi da Iannarilli. Squadre al riposo sul parziale di 0-0.

Si riparte senza cambi nella Viterbese, mentre nell'intervallo mister Zanetti lascia negli spogliatoi Gyasi, già ammonito e acciaccato, inserendo al suo posto Candellone, che a Viterbo ha servito i due assist per la doppietta di Costantino.
I biancorossi ripartono forte, nella ripresa, e al 3' l'angolo di Frascatore raggiunge a centro area Costantino, che – di testa – insacca il pallone dell'1-0 e della sua 18esima rete stagionale.
La Viterbese patisce il colpo, e al 5' Fink caracolla al limite dell'area per poi spostarsi il pallone sul sinistro e calciare rasoterra, ma Iannarilli non si fa sorprendere.
Un minuto più tardi cross radente di Tait a tagliare l'area di rigore, con Costantino che da due passi uncina il pallone ma Iannarilli si supera nella respinta di piede.
C'è lavoro anche per Offredi, all'11', col numero 1 biancorosso che alza sopra la traversa una punizione velenosa del neoentrato Vandeputte.
Poco più tardi Fink suggerisce in area per Costantino, che – in corsa – calcia forte sul primo palo, con Iannarini che si oppone con bravura.
Ancora più bravo, però, Offredi, che al 19' si oppone a mano aperta alla conclusione a porta spalancata di Vandeputte, servito a centro area da Calderini.
Mister Zanetti immette forze fresche a centrocampo, segnatamente Smith per capitan Fink, e proprio l'anglo-austriaco si mette in evidenza al 29' con un tiro radente dai 20 metri che Iannarini respinge corto, ma poi il portiere ospite è bravissimo ad opporsi di piede al tentativo di tap-in del rapace Costantino.
Poi la squadra di Zanetti amministra il vantaggio, soffrendo il lecito, siglando il 2-0 ad una manciata di secondi dalla fine con l'ottimo Candellone e conducendo in porto una bellissima vittoria. Si vola in semifinale. Il sogno continua.

Il tabellino


FC SÜDTIROL – VITERBESE 2-0 (0-0)
FC SÜDTIROL (3-5-2): Offredi; Erlic, Sgarbi, Vinetot; Tait (81. Oneto), Broh, Berardocco (86. Cia), Fink (66. Smith), Frascatore; Costantino (86. Heatley Flores), Gyasi (46. Candellone)
In panchina: D'Egidio, Bertoni, Zanchi, Baldan, Cess, Boccalari, Gatto, Berardi
Allenatore: Paolo Zanetti
VITERBESE (4-3-3): Iannarilli; Celiento, Rinaldi, Sini, De Vito (55. Vandeputte); Baldassin, Di Paolantonio, Cenciarelli (58. Peverelli); Mosti (70. De Sousa), Jefferson, Calderini
In panchina: Micheli, Bismark, Mendez, Zenuni, Sanè, Pini, Pandolfi, Atanasov, Benedetti
Allenatore: Stefano Sottili
ARBITRO: Vincenzo Valiante di Salerno (Ruben Liveratto Agnotti di Bologna e Abou Elkhayr Driss di Conegliano, gli assistenti; Paride de Angeli di Abbietegrasso, il quarto ufficiale)
RETI: 48. Costantino (1-0), 96. Candellone (2-0)
NOTE: tardo pomeriggio con temperatura estiva. Ammoniti: Gyasi (FCS, 28.), Vinetot (FCS, 44.), Costantino (FCS, 86.), Rinaldi (V, 86.), Candellone (FCS, 96.)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri