Serie D
mercoledì 28 marzo 2018
CALCIO
Domani al Briamasco il Trento sfida la cenerentola Romanese
fonte: Ac Trento

I punti in palio peseranno tantissimo: quattro giorni dopo la sfida contro la capolista Rezzato, per il Trento è già tempo di tornare in campo. Domani pomeriggio (kick off alle ore 15) gli aquilotti ospiteranno al "Briamasco" la Romanese, fanalino di coda del girone B e formazione che in trasferta ha conquistato un solo punto nelle quindici gare sin qui disputate dal proprio campo. La sfida, valevole per la 33ª giornata del campionato di serie D, rappresenta un crocevia importantissimo nella corsa verso la salvezza, visti anche i tanti scontri diretti in programma. Dirigerà la sfida il Signor Marco Russo della sezione di Torre Annunziata, coadiuvato dagli assistenti Stefano Papa e Gilberto Laghezza, rispettivamente delle sezioni di Chieti e Mestre.
Mister Antonio Filippini ha convocato 20 giocatori. Assenti gli squalificati Alessandro Furlan e Giovanni Paoli e l'infortunato Alberto Pangrazzi.

Gli avversari


L'Asd Romanese, in origine Gruppo Sportivo Pro Romano, nasce nel 1946 e partecipa per la prima volta al Campionato Dilettanti nella stagione 1957 - 1958. Dopo diversi campionati nelle serie inferiori, la Calcistica Romanese raggiunge la serie D nel 1971.
A partire dalla stagione 1971 - 1972 la Romanese rimane ininterrottamente nel massimo campionato dilettantistico italiano sino al 1984 e, dopo una sola annata in Promozione, fa ritorno nel torneo Interregionale, dove resta sino al 1991, quando retrocede in Eccellenza. Il saliscendi tra Campionato Nazionale Dilettanti ed Eccellenza prosegue sino al 2001, quando la Romanese rinuncia all'iscrizione in ambito nazionale e riparte dai tornei regionali.
All'inizio della stagione 2012 - 2013 cambia la denominazione in Asd Romanese e, nel 2016, si fonde con U.S.O. Calcio, partecipando al campionato d'Eccellenza. Il ritorno in serie D è storia recente con il ripescaggio avvenuto a settembre, a campionato già iniziato, dopo diversi ricorsi presentati dalla dirigenza del club presieduto da Ferdinando Forlani.
Gli elementi di spicco della rosa lombarda sono il 34enne centravanti Saverio Guariniello, alla sua terza stagione in forza alla Romanese con cui, nello scorso campionato d'Eccellenza, ha realizzato 17 reti e ben 11 in quella attuale. In precedenza l'attaccante originario d'Avellino ha calcato i campi di serie C1 e C2 con le maglie di Pisa, Prato, Chieti, Spezia, Torres, Martina Franca, Lucchese, Rodengo Saiano, Bassano e Andria, prima scendere in serie D con Santhià e Palazzolo (per un totale di 312 gare dispute e 73 reti) e il centrocampista Salif Dianda, 30enne ivoriano che vanta anche 37 presenze in serie B (2 con l'Hellas Verona e 35, più una rete, con la Ternana) e in carriera ha militato anche con Lugano, Vibonese, Sangiovannese, Juve Stabia, Martina Franca e Correggese.
In dubbio il trequartista Belotti, che potrebbe essere sostituito da Boloca o Marchesi.
La probabile formazione della Romanese (4-3-1-2): Placidi (99) - Benzoni (99), Davini, Zendrini, Mazzoleni - Dianda, Bressanelli, Franzoni (97) - Boloca (98) - Guariniello, Vitari (97).
A disposizione: Mazzetti, Bena, Singh, Forlani, Nichy, Marchesi, Belotti, Bonelli.

I convocati


PORTIERI: Festa (99); Matin (98).
DIFENSORI: Badjan (99); Carella (98); Casagrande (91); Cavagna (99); Giacomoni (87); Kostadinovic (92); Sorbo (91); Toscano (98).
CENTROCAMPISTI: Appiah (93); Bacher (88); Bertaso (98); Boldini (92); Bortoli (94); Dadson (90).
ATTACCANTI: Aperi (92); Bardelloni (90); Ferraglia (99); Zecchinato (90).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,452 sec.

Inserire almeno 4 caratteri