Serie C
sabato 27 gennaio 2018
CALCIO
Un Südtirol sempre più concreto batte la Triestina ed è 5°

La sfida di cartello, nonché scontro diretto in chiave playoff, fra il Südtirol di Zanetti e la Triestina dell'“ex” Sannino non ha deluso le aspettative del folto pubblico presente al Druso. Gran bella partita e – sopratutto – grande vittoria dei biancorossi, che volano al 5° posto in classifica. Il risultato finale di 2-1 si è deciso nella ripresa, dove sono stati messi a segno tutti e tre i gol che hanno deciso la partita: vantaggio di Costantino, pareggio ospite su rigore e autogol alabardato per il 2-1 finale, che vale il secondo successo di fila per la squadra di Zanetti e il 12esimo risultato utile con 7 vittorie e 5 pareggi nelle ultime 13 partite disputate.

La cronaca


Contro la formazione alabardata allenata dall’ex Giuseppe Sannino, mister Zanetti non lamenta defezioni e schiera lo stesso undici inziale che ha vinto a Fermo.
Avvio di gara con le due squadre che indugiano nelle fasi iniziali di studio, ma al 5' brivido per i biancorossi, con Vinetot che cincischia col pallone fra i piedi da ultimo uomo, facendoselo soffiare da Mensah, che punta la porta biancorossa, salta Offredi in uscita, ma poi si defila troppo in area, facendosi ribattere la conclusione da Sgarbi.
La Triestina, che pressa alto, prova a schiacciare i biancorossi nella loro metà campo, e al 13' sulla palla a spiovere in area di Bracaletti il colpo di testa di Frascatore è catturato da Petrella, che sguscia via in area, defilandosi sul centro-sinistra, da dove conclude alto sopra la traversa.
La squadra di Zanetti fatica a ripartire, anche perché la Triestina chiude bene i varchi sulle corsie laterali, terreno solitamente fertile per i biancorossi, che hanno due fiammate a cavallo del 21', dapprima con una azione manovrata su palla morbida in area di Broh per la sponda di testa di Costantino per Fink che crossa nel mucchio anziché calciare in porta e poi – pochi secondi dopo – lo stesso capitano biancorosso ci prova con un tiro da 25 metri che l'ex Miori disinnesca con affanno in due tempi.
Più manovriera la Triestina, che esercita un certo predominio territoriale, e al 31' Lambrughi avanza indisturbato nella metà campo biancorossa per poi andare al cross mancino per il colpo di testa sotto misura di Arma, sul quale Offredi è bravissimo – in volo – a smanacciare il pallone sopra la traversa.
I biancorossi allentano il forcing alabardato al 39', quando Fink si fa cinquanta metri palla al piede, di gran carriera, per poi arrivare al limite dell'area e calciare, ma il suo tiro – deviato – arriva docile fra le braccia di Miori.
Poi però ancora Triestina, vicinissima al gol al 42', quando Arma apre a destra per Petrella, che rientra sul sinistro e calcia a giro sul secondo palo, col suo tiro – deviato – che sbatte sul palo interno, poi la difesa biancorossa libera.
Primo tempo di marca ospite, ma squadre al riposo sul parziale di 0-0.
Si riparte in entrambe le squadre con gli stessi effettivi del primo tempo, e con Gyasi che al 4' ruba palla a metà campo, resiste ad una carica e si invola verso l'area ospite, per poi aprire intelligentemente sul centro-destra a Costantino, che da dentro l'area calcia forte e teso sul primo palo, insaccando l'1-0 biancorosso e realizzando la sua nona rete in campionato, decima stagionale.
Prova a reagire la Triestina, e all'8' su cross di El Hasni la torsione di testa del piccolo Petrella sorvola di poco la traversa.
Ma al 13' la squadra di Zanetti va vicinissima al raddoppio con lo scatenato Gyasi che prima si invola sulla sinistra e poi si accentra, servendo una splendida palla filtrante in area a Costantino, bravissimo a ritagliarsi lo spazio per il tiro che Miori – in uscita – gli respinge di piede.
La Triestina si sbilancia alla ricerca del pareggio, i biancorossi agiscono di rimessa, ma al 23' Mensah si incunea di prepotenza in area di rigore, con Tait che lo strattona e lo trascina a terra, cagionando un calcio di rigore che capitan Bracaletti realizza per l'1-1.
Subito dopo il pareggio alabardato, girandola di sostituzioni dalle due panchine, con mister Zanetti che inserisce Candellone per Broh e Erlic per Zanchi, modellando la squadra con un “4-3-3” a trazione anteriore.
Coraggio che paga perché al 41', su cross di Cia e tentativo di tiro di Candellone, Bajic – contrastato da Frascatore - svirgola il pallone che si insacca alle spalle di Miori per il 2-1 biancorosso, risultato finale che fa volare la squadra di Zanetti al 5° posto in classifica.

Il tabellino


FC SÜDTIROL – TRIESTINA 2-1 (0-0)
FC SÜDTIROL (3-5-2): Offredi; Vinetot, Sgarbi, Frascatore; Tait, Broh (71. Candellone), Berardocco, Fink, Zanchi (71. Erlic); Costantino (84. Cia), Gyasi. In panchina: D'Egidio, Bertoni, Smith, Baldan, Boccalari, Oneto, Gatto, Heatley Flores, Roma. Allenatore: Paolo Zanetti
TRIESTINA (4-3-3): Miori; Libutti, El Hasni, Lambrughi (64. Codromaz), Pizzul (71. Bajic); Porcari, Meduri (54. Bariti), Bracaletti (71. Acquadro); Petrella, Arma (71. Pozzebon), Mensah.
In panchina: Boccanera, Grillo, Mesano, Celestri. Allenatore: Giuseppe Sannino
ARBITRO: Federico Longo della sezione di Paola (Vitali di Brescia e D’Alia di Trapani)
RETI: 49. Costantino (1-0), 69. Bracaletti su rigore (1-1), 86. autorete Bajic (2-1)
NOTE: pomeriggio soleggiato, temperatura mite. Quasi 1600 spettatori. Ammoniti: Pozzebon (T, 85.), Tait (FCS, 90. + 3)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri