Serie C
sabato 18 novembre 2017
CALCIO
Südtirol ospite del Fano, obiettivo allungare la lunga striscia

Questa domenica il campionato di serie C scende in campo per la quindicesima giornata. Nono in classifica e in serie utile da sei partite, nelle quali ha conquistato due vittorie casalinghe contro Santarcangelo (5-0) e Vicenza (1-0), una vittoria esterna (quella per 1-0 a San Benedetto del Trento), due pareggi fuori casa contro Renate (0-0) e Teramo (0-0) e un pareggio interno contro la Reggiana (l’1-1 di domenica scorsa), il Südtirol scende nelle Marche per affrontare (calcio d’inizio alle ore 14.30) il Fano, ultimo in classifica con appena 6 punti conquistati e con una sola vittoria all’attivo, quella casalinga contro il Bassano nella prima giornata di campionato.
In trasferta il Südtirol, che nelle ultime sei gare disputate ha subìto un solo gol (anzi un autogol, quello di domenica scorsa di Sgarbi), è imbattuto da tre partite, nelle quali ha conquistato una vittoria e due pareggi, e lontano dal Druso ha conquistato 6 dei 17 punti che detiene in classifica per effetto di un ottimo score di una vittoria, tre pareggi e tre sconfitte.
In casa il Fano ha racimolato cinque dei sei punti complessivi. Allo stadio “Mancini” i marchigiani hanno ottenuto una vittoria e due pareggi, rimediando però anche due sconfitte, segnatamente contro Pordenone (0-1) e Ravenna (0-1).
Il match nelle Marche contro il Fano è molto importante per la squadra di Zanetti, giacché precede il turno di sosta che i biancorossi osservano domenica 26 novembre.
Potrebbero essere tutti disponibili per la trasferta nelle Marche. C'è solo qualche dubbio legato ad alcuni acciaccati e alle condizioni di Cess, che ieri è comunque tornato ad allenarsi. Domani, sabato 11 novembre, verrà diramata la lista dei convocati, che sarà pubblicata sui nostri profili social, ad iniziare da Facebook.

Gli avversari


Il Fano è alla sua seconda partecipazione consecutiva al campionato di serie C, dal quale era rimasto assente per ben 25 anni. Nella scorsa stagione i marchigiani hanno ottenuto una sofferta salvezza, conquistata ai playout a spese del Forlì dopo essersi classificato al 17° posto in campionato. La squadra è stata ampiamente rinnovata durante la scorsa estate con ben 16 nuovi innesti. Non sono invece cambiati i risultati, così come testimoniamo gli appena 6 punti conquistati in 12 partite, magro bottino che ha relegato la formazione marchigiana all’ultimo posto in classifica con 4 lunghezze di ritardo dalle due squadre più vicine o per meglio dire meno lontane in graduatoria, vale a dire Ravenna e Santarcangelo. Il Fano è reduce dalla prima partita del nuovo corso tecnico, affidato ad Oscar Brevi, subentrato la scorsa settimana all’esonerato Agatino Cuttone. La prima partita di Brevi sulla panchina del Fano si è conclusa con una sconfitta per 2-0 a Bergamo contro l’Albinoleffe.
I calciatori maggiormente rappresentativi del Fano sono certamente il centrocampista Andrea Lazzari (ex Cagliari, Atalanta, Udinese e Fiorentina con all’attivo 224 presenze e 14 gol in serie A e 131 presenze e 17 gol in serie B), il trequartista Antonio Filippini (12 presenze in serie B e ben 211 in serie C dove ha vestito maglie importanti come quelle della Cremonese, del Pordenone, della Spal e del Como) e la punta centrale Domenico Germinale (ex Padova, Alessandria, Spal e Albinoleffe in serie B, dove nella stagione 2011-2012 ha realizzato tre reti in 22 partite).
Il Fano non vince da 11 partite e ha perso tre delle ultime cinque gare, nelle quali ha raccolto appena due punti, segnando un solo gol.
I marchigiani hanno il secondo peggior attacco del campionato con 9 gol segnati in 12 partite. Il top-scorer è Germinale con 4 reti.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri