Eccellenza
domenica 12 novembre 2017
CALCIO
La Virtus rimane in vetta con una cinquina rifilata al Comano

La Virtus Bolzano non si ferma più. I bolzanini sul terreno amico conquistano la quinta vittoria consecutiva, demolendo il Comano, che ha resistito una buona mezz’ora alle costanti sollecitazioni degli attaccanti avversari. Successo straripante che consente alla Virtus Bolzano, visto il concomitante mezzo passo falso del San Giorgio, di veleggiare solitaria in testa ala classifica.

La cronaca


La sfida si apre con i padroni di casa che prendono immediatamente in mano il comando delle operazioni ed al 5’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Cremonini, la palla spiove nell’area di rigore del Comano, dove è pronto Elis Kaptina ad esplodere una botta murata dal muro difensivo dei trentini. Il Comano timbra il cartellino all’8’ con la punizione battuta dai venti metri da Burlon, che però si perde abbondantemente sul fondo. Al 14’ c’è la bella triangolazione Al Salih-Cremonini, l’esterno serve Koni che detta ancora per Al Salih il cui fendete finisce di poco a lato.
Il tempo scorre con la Virtus Bolzano padrona del campo, ma senza riuscire ad offrire emozioni particolari davanti alla porta difesa da Lorenzi. Al 32’ il Comano prova a sfruttare una ripartenza che offre a Lorenzi la possibilità di un tiro che finisce alto sopra la traversa. La Virtus Bolzano passa in vantaggio al 35’ con Koni, l’attaccante parte dalla trequarti, s’accentra e nell’uno contro uno con il portiere Lorenzi lo fredda con un rasoterra sul primo palo. La Virtus Bolzano viaggia in scioltezza ed al 40’ sigla il raddoppio grazie alla gran botta dal limite dell’area esplosa da Timpone con la palla, che si insacca, nonostante l’estremo tentativo del portiere. Al 45’ a seguito di un duro contrasto di gioco, Timpone è costretto a lasciare il campo. L’attaccante è costretto a ricorrere alle cure in ospedale per verificare le conseguenze della botta ricevuta al ginocchio.
La ripresa si apre con la triangolazione al 2’ tra Kicaj ed Elis Kaptina, l’esterno offre la palla per la conclusione di Cremonini che si perde a lato. All’11’ la palla viaggia sull’asse Kicaj-Cremonini, il cross di quest’ultimo è per Elis Kaptina che di testa spedisce sul fondo. Al 14’ c’è il perentorio affondo di Koni: l’attaccante mette in mezzo per il colpo di testa di Elis Kaptina che questa volta non sbaglia e centra la terza rete. La Virtus Bolzano mantiene il piede sempre pigiato sull’acceleratore costringendo il Comano a mantenere un atteggiamento decisamente difensivo. Al 16’ Kicaj offre l’opportunità del tiro a Elis Kaptina la cui conclusione finisce sul corpo del portiere. Al 22’ ci prova Arnaldo Kaptina con una gran botta che finisce distante dallo specchio. Al 26’ arriva il poker: Kicaj si destreggia bellamente eludendo la difesa avversaria, il suggerimento è per Cremonini che non ha difficoltà ad insaccare. Al 42’ c’è lo spazio per il quinto gol bolzanino: realizzato da Marini con un gran tiro di sinistro.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,468 sec.

Inserire almeno 4 caratteri