Serie C
sabato 7 ottobre 2017
CALCIO
Il Südtirol impegnato sul difficilissimo campo del Padova

Questa domenica il campionato di serie C (girone B) scende in campo per l'ottava giornata del girone d'andata. Per tutte le squadre si tratta della terza partita nel breve volgere di una settimana. Corroborato dall'esito del turno infrasettimanale, nel quale ha ritrovato la vittoria a spese del Modena dopo cinque giornate di astinenza e dopo due sconfitte di fila, il Südtirol è di scena in uno degli stadi più importanti della categoria, ovvero l'Euganeo di Padova (calcio d'inizio alle ore 18.30), per affrontare la locale formazione biancoscudata, una delle “big” annunciate del campionato, attualmente sesta in classifica con 13 punti, cinque in più dei biancorossi, e imbattuta da cinque partite nelle quali ha conquistato quattro vittorie (le ultime tre consecutive e senza gol al passivo) e un pareggio.
In casa il Padova è imbattuto (due vittorie e un pareggio), in trasferta il Südtirol non ha invece ancora vinto, avendo perso a Pordenone (3-1) e a Gubbio (1-0) e pareggiato a Trieste (1-1).
Indisponibili il “lungodegente” Broh e Zanchi, che ha un principio di pubalgia.

Gli avversari


Ha puntato sull’esperienza, il Padova, nell’allestimento della nuova squadra che anche nella stagione corrente, dopo il quarto posto dello scorso campionato, mira alle primissime posizioni della classifica, con l’ambizione – neanche troppo celata – di conquistare la promozione in serie B, con o senza playoff. Esperienza, si diceva: quella che garantiscono gli ultratrentenni Trevor Trevisan (difensore, 33 anni, 219 presenze e 10 gol in serie B), Nico Pulzetti (centrocampista, 33 anni, 117 presenze e 5 gol in serie A, 187 presenze e 16 gol in serie B), Giampiero Pinzi (centrocampista, 36 anni, 389 presenze e 22 reti in serie A, più una partita nella Nazionale maggiore e 27 con 3 gol nell’Under 21) e Luca Belingheri (trequartista, 34 anni, 325 presenze e 54 reti in serie B).
Esperienza e pedigree anche in panchina, visto e considerato che la guida tecnica della squadra è stata affidata a Pierpaolo Bisoli, già sulle panchine di Cagliari, Bologna e Cesena in serie A e con all’attivo due promozione dalla B alla A, ottenute in entrambe le occasioni sulla panchina del Cesena.
Dopo la falsa partenza contro il sorprendente e attuale vice capolista Renate nella prima giornata di campionato, il Padova non ha più perso, conquistando quattro vittorie e un pareggio nelle restanti cinque partite disputate (i biancoscudati hanno già osservato il turno di riposo). Un pokerissimo di risultati utili nel quale spiccano gli otto gol segnati ma soprattutto la sola rete subita (alla seconda giornata, nel match casalingo vinto per 2-1 contro il Fano).
Dopo Renate (1) e Vicenza (3), il Padova ha la terza miglior difesa del girone B, con appena 4 gol subiti, di cui tre nella già citata sconfitta della prima giornata sul campo del Renate.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.

Inserire almeno 4 caratteri