Promozione
giovedì 31 agosto 2017
CALCIO
Si comincia con un Rotaliana - ViPo Trento da leccarsi i baffi

È tutto pronto per il via del massimo campionato provinciale. La prima giornata di Promozione offre subito un match da circoletto rosso, con due delle maggiori indiziate per la vittoria finale, Rotaliana e ViPo Trento subito messe l'una di fronte all'altra. Un campionato di Promozione così interessante e di alto livello nelle sue possibili protagoniste non si vedeva da tempo. Alense, Aquila Trento e Mori Santo Stefano sono le altre tre quotate avversarie delle prime due, che, in estate, si sono mosse con intelligenza sul mercato. La formazione rotaliana, guidata da Max Baldo, confermati i suoi pezzi pregiati come Navarro, i fratelli Conci, Torcasio Zentil e Speziale, ha portato tra le proprie fila dei top player per la regione come Formolo, Nervo, Perri, Dauti e De Simone. Il team collinare di Marco Girardi, invece, ha preso Tessaro, Agosti e Filippini dal Levico Terme, Federico Marchi dal Weinstrasse e D'Andretta. Tutte e due hanno le credenziali per giocarsi il campionato.

1. Subito un match clou, tra due delle favorite alla vittoria finale. C'è una squadra che vede meglio dell'altra?
2. Sebbene siamo solo alla prima giornata, il risultato tra ViPo e Rotaliana può già spostare qualche equilibrio?
3. È contento di come sia stata allestita la sua squadra o le manca ancora qualcosa?
4. Secondo lei quali sono le più serie candidate per la vittoria finale?
5. Come vede mediamente questo campionato di Promozione?


MARCO GIRARDI (Allenatore ViPo Trento)


1. «Sono contento della mia squadra e credo che la Rotaliana sia contenta della rosa allestita».
2. «Non credo, perché con ventinove partite si possono correggere le cose che non sono andate bene. Il campionato è talmente lungo che non si può mettere in dubbio un'estate di lavoro con solo una gara su trenta. È pur sempre una prima giornata di un campionato».
3. «Sono molto contento, perché siamo competitivi in ogni reparto. Abbiamo tanti giovani bravi che possono fare davvero bene».
4. «Ho l'impressione che sarà un campionato molto competitivo, con cinque squadre come la nostra, Rotaliana, Mori, Alense e Aquila, che partono favorite. Credo che il tutto darà lustro al massimo campionato provinciale. Sono formazioni difficili da affrontare, con allenatori bravi e preparati».
5. «Credo che il livello sia mediamente più alto. Le neopromosse dalla Prima Categoria sono buone squadre, quadrate. Tutte le altre hanno trascorsi in Promozione, con un'esperienza nella categoria che permette di mettere in campo un livello alto. Non ci saranno partite dall'esito scontato».

MAX BALDO (Allenatore Rotaliana)


1. «Sulla carta queste due formazioni possono recitare un ruolo da protagoniste. Evidente per tutti. Abbiamo cambiato parecchio, sia noi che loro. Chi ha trovato l'amalgama migliore in questo mese e mezzo potrà fare un po' meglio. Ma è solo l'inizio».
2. «Direi di no, al massimo un po' di entusiasmo in più. In palio ci sono tre punti come in tutte le altre partite. Il campionato di Promozione è tosto per tutti, è solo alla fine si vedrà chi avrà lavorato meglio».
3. «La rosa è completa. Over di qualità e un buon pacchetto under. Società e Fiorellini hanno lavorato benissimo».
4. «ViPo Trento, Alense, Mori Santo Stefano, noi e l'Aquila. Come quelle indicate dagli addetti ai lavori fino adesso. Noi senza presunzione, ViPo ha giocatori importantissimi, Mori e Alense hanno un grande blasone dalla loro parte e giocatori, sebbene alcuni molto giovani, che sono già importanti. Infine l'Aquila ha un allenatore esperto è un parco giocatori capace di giocarsela con tutte».
5. «Logica pochezza della pochezza trentina, a livello di numero. Solo sei formazioni provinciali giocano nel massimo campionato regionale. Tutti i giocatori trentini qualitativamente più bravi sono in Promozione, la quale ha ereditato atleti di categoria superiore. Sarà un bel campionato».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri