Serie C
venerdì 18 agosto 2017
CALCIO
Per il Südtirol prima stagionale casalinga con la Triestina

Questa domenica, ad una sola settimana dal debutto casalingo contro l'Albinoleffe, nella nuova serie C, edizione 2017/2018, capitan Fink e compagni faranno la loro prima uscita stagionale allo stadio Druso, in occasione della seconda giornata della fase a gironi della Coppa Italia di serie C. Con calcio d'inizio alle ore 18, i biancorossi affronteranno la Triestina, match che segue quello di domenica scorsa a Portogruaro, dove la squadra di Zanetti è stata sconfitta per 3-0, passivo sin troppo severo se si contano le tante palle-gol (almeno quattro limpide) costruite e non concretizzate dai biancorossi. In casa Südtirol c'è evidentemente voglia di riscatto dopo la sconfitta a Portogruaro, anche per avvicinarsi con più fiducia al debutto in campionato.
Contro la Triestina mister Zanetti potrà disporre del 19enne difensore centrale Filippo Lorenzo Sgarbi, che ha scontato il turno di squalifica, e del neo acquisto Emmanuel Gyasi, 23enne attaccante italo-ghanese prelevato in settimana dallo Spezia. La lista dei convocati verrà diramata domani e pubblicata nel tardo pomeriggio sul nostro sito ufficiale www.fc-suedtirol.com.

Gli avversari


L'Unione Sportiva Triestina Calcio 1918 è un club storico del calcio italiano, vantando qualcosa come 27 partecipazioni al campionato di serie A e 20 a quello di serie B (l'ultima volta fra i cadetti risale alla stagione 2010-2011). Tramite il ripescaggio, dopo aver vinto i playoff di serie D nella doppia finale contro la Virtus Vecomp, gli alabardati sono tornati fra i professionisti dopo cinque stagioni di purgatorio fra Eccellenza (1 anno) e serie D (quattro anni). Rispetto alla scorsa stagione la squadra è stata ampiamente ridisegnata dal direttore generale, Mauro Milanese, già allievo di Sannino, da calciatore, nel Varese.
Ben 12 i nuovi acquisti, di cui otto sono andati a potenziare in maniera sostanziosa tutti e tre i reparti: la difesa con i centrali Mori (dalla Sambenedettese), El Hasni (ex Vicenza in B e in C ed ex Mantova) e Codromaz (dal FeralpiSalò), il centrocampo con Castiglia (dal Siena), Acquadro (dal Venezia), Bracaletti (ex capitano del FeralpiSalò), Bariti (dall'Ancona) e Mensah (dalla Virtus Vecomp), l'attacco con il 32enne marocchino Rachid Arma (86 gol nelle ultime sei stagioni giocate in serie C con Spal, Carpi, Pisa, Reggiana e Pordenone) e il 24enne Mirco Petrella, proveniente dal Teramo.
Il fiore all'occhiello della campagna acquisti giuliana rimane però l'ingaggio come allenatore di Giuseppe Sannino, che in serie A ha allenato Siena, Palermo, Chievo Verona e Carpi, guidando invece in serie B Varese, Catania e Salernitana. Per il 60enne allenatore di Ottaviano (Napoli) anche un'esperienza all'estero, segnatamente nella Championship inglese con il Watford.
La Triestina è stata inserita nel girone B della fase preliminare della Coppa Italia Lega Pro dopo aver disputato due turni di Tim Cup, nei quali la formazione di Sannino ha dapprima sconfitto l'Arezzo in trasferta (0-1) grazie al gol-vittoria di Mensah e poi perso per 5-3 (ma solo ai tempi supplementari) a Pescara contro la squadra di Zeman (gol giuliani a firma di Arma, autore di una doppietta, e di Aquaro).

I precedenti


Le due squadre si sono affrontate quattro volte in campionati professionistici. Le prime due nella C2 edizione 2000/2001, con Giuseppe Sannino sulla panchina biancorossa e con festival del gol in entrambi i match vinti dalla Triestina col medesimo punteggio: 4-3. I successivi due confronti, che sono anche gli ultimi in ordine di tempo, risalgono alla stagione 2011-2012: vittoria biancorossa all'andata per 2-1, al “Nereo Rocco” di Trieste, con gol-partita di Chinellato e Fischnaller (su rigore), pareggio (1-1) nella gara di ritorno, al Druso, con rete altoatesina a firma di Campo.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri