Eccellenza
giovedì 1 giugno 2017
CALCIO
Trento campione, i numeri dell'Eccellenza

Il Trento si è dimostrato un rullo compressore e dopo aver stravinto la Promozione stravince l'Eccellenza. La squadra allenata da Stefano Manfioletti nell'ultimo biennio ha fatto il pieno di vittorie, tra coppe e campionati, dimostrandosi matura e strutturata. Per la serie D prenderà il suo posto il nuovo tecnico Roberto Vecchiato, ex giocatore gialloblù nei primi anni duemila.
Gli aquilotti hanno totalizzato la bellezza di 80 punti in 30 giornate, senza, però, eguagliare il record della Fersina dei record. Aquilotti che hanno centrato 26 vittorie, 2 pareggi e appena 2 sconfitte, entrambe maturate nel finale di stagione. Numeri da capogiro: 92 gol fatti, 25 subiti e un eloquente +20 in media inglese. Due bomber su tutti hanno mantenuto una media realizzativa esagerata: l'aquilotto Enrico Gherardi è il capocannoniere del campionato con 36 reti davanti a Fabio Bertoldi con 32. Il Bozner ha centrato un ottimo secondo posto a quota 66 punti, con il Maia Alta a chiudere il podio a 62. San Giorgio fuori dal podio, con il Termeno che ha agguantato la quinta piazza nel finale. E le altre trentine? Ottima stagione del Comano Fiavè che ha terminato il proprio campionato al sesto posto con 44 punti. Il Lavis ha disputato un ottimo girone di ritorno conquistando la salvezza con anticipo, 33 punti per i rossoblù, subito dietro al trio altoatesino composto da Brixen, Naturno e San Martino a quota 34. Immediatamente sotto il Calciochiese (32) che si è salvato all'ultima giornata con una vittoria sul campo dell'Arco, quartultimo con 30 punti. Tra le due trentine, con 31 punti il Valle Aurina.
Sono retrocesse in Promozione Weinstrasse e Appiano con 29 punti e l'Alense con 20.
La classifica

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri