Hombre del partido
venerdì 25 novembre 2016
CALCIO
Holler e Valentini spingono Bassa Anaunia e Aquila Trento

Erik Holler e Alberto Valentini, i loro gol per tenere lontano dalle sabbie mobili della zona retrocessione Bassa Anaunia e Aquila Trento. La squadra nonesa nelle ultime due gare ha stoppato la Condinese, seconda forza del campionato e ha superato per tre a zero la Settaurense, con Holler che è andato in rete in entrambe le occasioni. La punta ex Trento e Mezzocorona ha realizzato nuove gol in campionato, cinque nelle ultime quattro gare.
L'Aquila Trento di patron Facchinelli ha superato la Ravinense per tre a uno e la Virtus Trento, terza in campionato, tre a due in un derby ricco di emozioni. In ambedue le circostanze Valentini è andato in rete, realizzando così tre reti in campionato, tutte utili per portare punti alla sua squadra.
Gli "Hombre del Partido" di questa settimana sono loro e ci spiegano come sta andando la prima parte di campionato.


1. L'inizio di stagione è stato difficile, ma siete cresciuti con il passare delle partite. Cos'è cambiato?
2. Venite da due ottime prestazioni, a cosa puntate?
3. Siete degli attaccanti e state realizzando gol importanti per l'andamento della vostra squadra. Qual è il difensore o portiere che temete maggiormente?
4. Qual è la miglior squadra affrontata fino ad ora?
5. Avete un obiettivo personale?


ERIK HOLLER


1. «Inizialmente dovevamo trovare la giusta amalgama e qualche infortunio di troppo ha influito sui risultati. Abbiamo perso punti importanti nelle prime giornate contro squadre attrezzate. Stiamo trovando il ritmo giusto».
2. «Noi dobbiamo salvarci in maniera tranquilla. Abbiamo messo in difficoltà anche squadre molto forti. Vogliamo arrivare in una posizione tranquilla, riuscendo, magari, a restare dietro soltanto alle prime quattro-cinque formazioni».
3. «Non soffro un difensore in particolare. Piuttosto una retroguardia in generale che secondo me è molto difficile da affrontare è quella del Porfido Albiano, una formazione che incentra tanto sul gioco difensivo. Come portiere Martinelli della Virtus Trento. Contro di noi è stato impressionante».
4. «A noi ad onor del vero manca ancora l'Anaune. La Virtus Trento a livello di gruppo è favolosa, ma la Benacense mi ha impressionato maggiormente per qualità. Dal Mori forse mi aspettavo qualcosina di più».
5. «Mi alleno sempre al massimo per aiutare la squadra. Un attaccante deve essere utile alla propria formazione con la sua posizione a livello tattico e buttando il pallone in rete. Io voglio aiutare dove l'attaccante può dare la propria mano».

ALBERTO VALENTINI


1. «Il cambio di guida tecnica ci ha dato una sorta di marcia in più, non si può dire di no. Gli ultimi risultati lo dimostrano. Inizialmente i problemi maggiori ci sono stati perché in tanti la categoria non l'avevano mai affrontata, quindi bisognava abituarsi».
2. «Contro Ravinense e Virtus Trento abbiamo raccolto due preziosissime vittorie. Sicuramente dobbiamo pensare alla salvezza, perché siamo ancora in una zona pericolosa. Sulla carta non siamo da queste posizioni, magari ci si poteva aspettare qualcosina di più ad inizio anno».
3. «La difesa dell'Anaune è la più tosta che ho trovato in questo campionato, sono ben organizzati. Giocano bene e si vede che sono insieme da tanto tempo».
4. «Senza ombra di dubbio l'Anaune, che tra il resto secondo me vincerà il campionato. Hanno un gruppo collaudato e dei singoli forti. Mi aspettavo qualcosina in più dal Mori. Tra le favorite alla vittoria finale dobbiamo ancora incontrare la Benacense, ma credo proprio sarà l'Anaune a spuntarla».
5. «In questo momento penso di portare alla squadra gol utili per il nostro obiettivo. A livello personale vorrei raggiungere la doppia cifra, ma prima penso al collettivo».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri