Seconda Categoria
sabato 2 gennaio 2016
CALCIO
Stivo: una passione lunga 94 anni
di Luca Andreazza

Campionati fermi in attesa del Generale Inverno prima e poi della primavera per riprendere le ostilità.

Si festeggia l’anno nuovo in Alto Garda, il treno ferma a Bolognano. Il presidente Massimo Baldessarini racconta la Società Sportiva Stivo, seconda in classifica alle spalle della Ledrense.

Massimo Baldessarini - presidente della Società Sportiva Stivo
Massimo Baldessarini - presidente della Società Sportiva Stivo

Fermata alle porte di Arco. Il Monte Stivo, paradiso dell’outdoor e fra le montagne più panoramiche del Trentino, si affaccia sul Lago di Garda e la Vallagarina, spaziando lo sguardo fra le Dolomiti di Brenta e il Lagorai. Particolarità: nelle giornate limpide la vista può abbracciare in appena 70 km uno dei più grandi dislivelli della regione: dai 64 metri del Lago di Garda, fino alla vetta dell’Ortles Cevedale posta lassù a 3.905 metri d’altitudine. Il Monte Stivo è inoltre costellato di trincee e fortificazioni, eredità della Prima Guerra Mondiale, e parte del sistema di fortificazione dell’Alto Garda.

La Società Stivo è inoltre fra le rappresentanti più antiche del sistema sportivo trentino; la fondazione della polisportiva risale infatti al lontano 1922. Inizialmente i tesserati di gialloblù vestiti praticano sport come la corsa in montagna, il ciclismo e il tamburello. Il calcio compare in scena intorno al 1972 e oggi rappresenta lo scopo primario e unico protagonista.

Classifica corta. Soltanto tre punti separano Ledrense e Stivo. Galeotta fu la sconfitta a tavolino inflitta proprio nello scontro diretto alla prima giornata. Prima Categoria: obiettivo stagionale
«Non nascondiamo l’ambizione di vincere il campionato. Sono diversi anni che proviamo il salto di categoria, ma senza fortuna. La Seconda Categoria è un campionato insidioso e complesso, dove basta poco per restare delusi. E’ più facile salvarsi in Prima Categoria che vincere il campionato di Seconda. Questa stagione ci stiamo comportando molto bene sul campo; tolta l’ingenua e sfortunata sconfitta a tavolino, abbiamo totalizzato ben 11 vittorie e 1 solo pareggio fra Coppa e Campionato. La Stivo è una società sana: una realtà molto solida sia dal punto di vista finanziario che organizzativo. Una società ben strutturata e una rosa di livello. L’attuale squadra potrebbe disputare tranquillamente un ottimo campionato di Prima Categoria.»

L’idea quindi è di raggiungere anche la Promozione?
«La Stivo nella sua storia si è sempre fermata in Prima Categoria. Dopo tre anni in qualità di presidente conditi dalla ristrutturazione societaria e un cambio di rotta rispetto al passato, sono in scadenza: il mio mandato scade infatti il prossimo giugno. E’ ancora presto per parlare del futuro e concentrarsi su altri progetti, ma se questa stagione riusciamo a raggiungere la tanto desiderata Prima Categoria e sarò rieletto, sicuramente il direttivo pensa a porsi nuovi obiettivi e alzare l’asticella. Le carte sono in regola, ma lo sport riserva sempre sorprese, positive e negative.

Un ambiente in costante crescita.
I risultati aiutano sempre a creare un buon ambiente; alla consapevolezza della Stivo sul campo, è cresciuto di pari passo l’entusiasmo circostante. Il gruppo di lavoro fra dirigenti e giocatori è ottimo. Possiamo vantare anche il seguito di un nutrito numero di genitori: semplicemente un aiuto indispensabile per portare avanti il settore giovanile.»

A proposito di settore giovanile, come sono i risultati?
«Siamo soddisfatti. Il nostro settore giovanile è in costante crescita; vincere è l’ultima preoccupazione, ma questa stagione ci sono anche risultati interessanti. Il nostro obiettivo è creare un ambiente sereno e di divertimento per i ragazzi. Inoltre abbiamo alzato il livello qualitativo dei nostri allenatori. I nostri tecnici partecipano infatti a corsi durante l’anno per essere preparati, aggiornati e in linea con i tempi moderni. La motivazione e la competenza sono alla base dello spirito della Stivo. Motivare nell’impegno i più giovani è fondamentale.
La Stivo schiera inoltre tutta la filiera del settore giovanile: due formazioni Pulcini e quindi Piccoli Amici, Esordienti, Giovanissimi, Allievi e Juniores. In totale fra ragazzi, Prima Squadra, allenatori e dirigenti abbiamo 200 tesserati. Il 70% dei giocatori in Seconda Categoria proviene dal nostro settore giovanile, il restante 30% sono ragazzi della zona fra Arco, Riva del Garda e Dro.»

Collaborate con altre società?
«Certamente, soprattutto a livello di settore giovanile, quando i ragazzi si spostano principalmente in base alla compagnia. La Stivo ha un’ottima collaborazione soprattutto con la Baone. Bene anche i rapporti e la sinergia con l’Arco.»

Titoli di coda.
«Un ringraziamento doveroso ai nostri sostenitori, agli sponsor, alla Coop Consumatori Alto Garda, alla Cassa Rurale Alto Garda e al Comune di Arco. Un grazie anche al direttivo, anima, corpo e volontariato della Stivo: Bruno Appoloni (Vice Presidente), Ferdinando Bosco (Segretario), Luca Negri (Segretario), Stefano Ischia (Resp. Settore Giovanile), Giuseppe Maino (Resp. Tecnico settore giovanile), Massimo Tavernini (direttore sportivo, responsabile Prima Squadra e Juniores e grande appassionato e conoscitore del calcio regionale) e i consiglieri Mauro Bertamini, Ernesto Giuliani, Dario Ioppi, Stefano Ischia, Antonella Miorelli, Stefano Messelodi, Stefano Pasqua, Sergio Tamburini, Lara Vivori, Mauro Morandi e Ugo Villi. Un ultimo pensiero, ma non per importanza, ai nostri allenatori e preparatori per la dedizione, l’impegno e la serietà: Alessio Righi, Davide Bresciani Alexis Rojas (Prima Squadra), Giorgio Santorum, Corrado Baldessari (Portieri e Piccoli Amici), Cosimo Gallù (Juniores), Manuel Prandi e Marco Marosi (Allievi), Giuseppe Maino, (Giovanissimi), Massimo Prandi, Loris Tamburini e Sergio Sbarberi (Esordienti), Osvaldo Pulita, Gaetano Koci, Alberto Righi e Nicola Tamburini (Pulcini), Mauro Prati, (Piccoli Amici). Per finire un augurio di buon 2016 a tutti.»

Scopri la rosa dello Stivo

Girone A: la Classifica
Girone B: la Classifica
Girone C: la Classifica
Girone D: la Classifica

Sommario
26.12.2015: Ozolo Maddalene
18.12.2015: ASD Ortigaralefre
11.12.2015: Lizzana
04.12.2015: Ledrense
28.11.2015: FC Adige
21.11.2015: ASD Cauriol
14.11.2015: Avio Calcio
07.11.2015: SSD Bagolino
31.10.2015: Alta Anaunia
24.10.2015: Audace Caldonazzo
17.10.2015: Altipiani Calcio
10.10.2015: Alta Giudicarie

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,562 sec.

Inserire almeno 4 caratteri