Seconda Categoria
venerdì 18 dicembre 2015
CALCIO
ASD Ortigaralefre: storia della Bassa Valsugana
di Luca Andreazza

Girone C. Ortigaralefre e Audace Caldonazzo litigano per il trono invernale. L'ASD Cauriol osserva, fingendosi disinteressata. Quindi il vuoto e il resto del gruppo: Oltrefersina, Primiero, Roncegno e Ischia. Tesino, Monti Pallidi, Cornacci e Valsugana.

Questa settimana tappa in Bassa Valsugana.

Grigno, Ospedaletto e Villa Agnedo. Semplicemente ASD Ortigaralefre. Bassa Valsugana. Zona di interesse dal punto di vista naturalistico: una valle carsica, ricca di antri e grotte, dall'Ernesto a Grigno, al Calgeron, passando per la Grotta di Castello Tesino e del suo Orso, per terminate alla più affascinante Bigonda.
Suggestivo il “Trincerone”, avamposto approntato nel 1866 per fissare il confine fra l’Impero d’Austria e il Regno d’Italia in località Monticelli tra i comuni di Grigno e Cismon del Grappa. Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, la Valsugana si scopre il fronte trentino più orientale. Il “Trincerone”, ultimo baluardo difensivo contro la “Spedizione Punitiva” austriaca nel 1916; truppe italiane, una splendida vista sulle catene montuose del Brenta e dell'Adamello, la possibilità di scorgere la città di Trento da un lato; la prima linea degli austro-ungarici, la vista su un angolo del Lago di Garda e la pianura veneto-padana, per contro.

ASD Ortigaralefre. Passato, presente, futuro. Nel presente una società nata nel 2009 dalla fusione fra Ortigara Grigno e Monte Lefre. Il passato racconta due storie: 60 anni per la compagine di Grigno e 25 anni per il sodalizio di Villa Agnedo. L’Ortigara prende forma nel 1948 su intuizione dei cappellani del paese, disputa le prime partite su campi di fortuna e nel 1976/77 vince la Seconda Categoria grazie a 37 incontri senza conoscere la parola sconfitta. Il Monte Lefre vede la luce nel 1982 per via della fusione fra La Rocchetta di Ospedaletto e Villa Agnedo. Il futuro prova a spiegarlo il presidente Martino Furlan.

Complimenti per il primato. Pronto riscatto e ritorno in Prima Categoria dopo l’amara retrocessione dell’anno scorso?
«L’anno scorso abbiamo vissuto una stagione difficile. Quest'anno siamo ripartiti da questa esperienza negativa e da giocatori molto seri e attaccati alla società. Tutti i ragazzi sono infatti rimasti; inoltre è rientrato dal Calceranica Mattia Floriani. Motivo di soddisfazione è inoltre che tutti i nostri giocatori sono cresciuti in casa oppure provengono dai paesi della nostra zona. Siamo ovviamente molto contenti del cammino; siamo lì con l’Audace e vogliamo giocarci le nostre carte. Siamo consapevoli della difficoltà del campionato per la presenza di diverse squadre attrezzate, Audace e Cauriol su tutte. Inoltre per la prima volta nella storia della nostra società, abbiamo raggiunto la semifinale di Coppa Provincia. Davvero un bel momento.»

Anche il settore giovanile è motivo di orgoglio.
«Oltre alla Prima Squadra, l’Ortigaralefre può vantare circa 200 tesserati fra dirigenti, allenatori e giocatori. La società schiera tutte le squadre del settore giovanile; in particolare due formazioni nelle categorie “Piccoli Amici”, “Esordienti” e “Pulcini”; quindi “Giovanissimi”, “Allievi” e “Juniores”. Il comportamento in campo è ottimo. Gli “Esordienti” hanno vinto il proprio girone senza sconfitte, solo un pareggio e oltre 100 reti realizzate; i “Giovanissimi” sono quarti; gli “Allievi” hanno conquistato l’anno scorso il proprio girone e per finire la “Juniores” si trova al terzo posto in campionato. Insomma, il settore giovanile è il nostro orgoglio e possiamo ben sperare per il futuro.
Non bisogna dimenticare che lo scopo dell’ASD Ortigaralefre è di permettere ai nostri giovani di praticare sport e crescere in un ambiente sano. valori sono importanti nella vita.»

Qualche giocatore cresciuto nel vostro settore giovanile ha spiccato il volo verso categorie superiori?
«Mirko Stefani è cresciuto nell’Ortigara e dopo essere transitato nel Bassano ha vestito la maglia del Milan. Armando Baldi e Emanuele Minati hanno esordito in Serie D con il Mezzocorona; ora il primo difende i colori della Feltrinese e il secondo del Levico Terme.»

Collaborate con altre società limitrofe?
«Per il momento non abbiamo attivato particolari sinergie. Siamo consapevoli che i ragazzi volenterosi e vogliosi di praticare sport sono sempre di più in calo. Stiamo lavorando per stringere rapporti di collaborazioni già nel prossimo futuro, ma è ancora tutto sulla carta. Cercheremo se possibile, nei prossimi anche collaborazioni non solo con le società “Valsuganotte”, ma anche con le società calcistiche del vicino Veneto come Arsiè e Feltrese per esempio.»

Come ci si trova dall’altra parte del guado?
«Ho giocato per il Monte Lefre prima e per l’Ortigaralefre fino all’anno scorso. In maggio abbiamo avuto un cambio della guardia e sono subentrato al posto dello storico presidente Edy Licciardiello. Certamente la visione del calcio cambia totalmente. Il compito è arduo e l’impegno tanto, ma ho la fortuna di poter collaborare con ottimi volontari e in un bell’ambiente. Un doveroso ringraziamento al vicepresidente Fredy Morandelli, la direzione composta da Bruno Pecoraro, Federico Bombasaro, Loris Baldi, Livio Scotton, Edy e Loris Licciardiello, Mattia Tiso, Sergio Voltolini, e tutti dirigenti, allenatori e collaboratori per la loro disponibilità e pazienza. Senza dimenticare i Comuni e gli Sponsor per l'aiuto economico; un grazie particolare alla Cassa Rurale Valsugana e Tesino che ha compreso i nostri sforzi e ha contribuito all'acquisto del nuovo pullmino societario. E un augurio finale di Buone Festività a tutti.»

Scopri la rosa dell'Ortigaralefre

Girone A: la Classifica
Girone B: la Classifica
Girone C: la Classifica
Girone D: la Classifica

Sommario
11.12.2015: Lizzana
04.12.2015: Ledrense
28.11.2015: FC Adige
21.11.2015: ASD Cauriol
14.11.2015: Avio Calcio
07.11.2015: SSD Bagolino
31.10.2015: Alta Anaunia
24.10.2015: Audace Caldonazzo
17.10.2015: Altipiani Calcio
10.10.2015: Alta Giudicarie

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,547 sec.

Inserire almeno 4 caratteri