Prima Categoria
giovedì 17 dicembre 2015
CALCIO
Quante sorprese nel girone d'andata di Prima Categoria!

Finito il girone d’andata in Prima Categoria è tempo di bilanci. Sorprese in tutti e tre i gironi, con Riva del Garda, Marco e Aquila Trento che hanno chiuso come “campioni d’inverno” i rispettivi raggruppamenti.
Iniziamo a dare i numeri: dopo tredici giornate ci sono solo due squadre imbattute: la Garibaldina nel girone B e il Fassa nel girone C. Dolasiana del girone B e Civezzano del girone C, invece, non hanno ancora conosciuto il sapore della vittoria. Il miglior attacco di tutti e tre i gironi è della Garibaldina, ben 33 reti messe a segno, seguita dal Telve a 31. La difesa meno perforata, invece, è della Settaurense con appena 9 gol subiti. Chi ha segnato di meno è la Baone, dato clamoroso per una delle favorite del girone A, con solo 7 reti realizzate. Chi ne ha subite di più è la Dolasiana con 37 reti.

Ma andiamo per ordine. Nel girone A la classifica è piuttosto corta: il Riva del Garda guarda tutti dall’alto verso il basso con 27 punti, uno in più della Settaurense, squadra che, dopo la sconfitta alla quarta giornata con il Valrendena, è imbattuta da nove giornate. A chiudere il podio c’è il Pieve di Bono che ha dato continuità ai propri risultati dopo un avvio balbettante, distante sei punti dal duo di testa. Subito dietro ben sette squadre racchiuse in 4 punti: Calcio Bleggio, squadra che lo scorso anno ha raggiunto un esaltante secondo posto, con 19 punti, Cavedine Lasino e Trilacum (18), Molveno e Valrendena (17), Aurora Arco (16) e Caffarese (15). Virtus Giudicariese e Castelcimego a quota 12 devono fare particolare attenzione alle ultime due Baone, partita con i favori del pronostico ad inizio anno, con 10 punti e Pinzolo Campiglio (8), entrambe un po’ a sorpresa in fondo alla graduatoria.

Nel girone B il Marco è il team che ha totalizzato più punti di tutti, ben 30, frutto di 9 vittorie e 3 pareggi. I lagarini precedono in classifica la Garibaldina (27) che lo scorso anno sfiorò la Promozione perdendo solamente lo spareggio con il Pinè. Al terzo posto l’Azzurra, sette vittorie consecutive per i ragazzi di Tony De Sangro, e Monte Baldo, sconfitta nell’ultima gara del girone d’andata per 4 a 3 proprio dalla Garibaldina. A 21 punti lo Spormaggiore, una delle favorite alla vittoria finale per gli addetti ai lavori ad inizio anno, e la Leno. Volano (19), Trambileno (18), Sacco San Giorgio (15) e Aldeno (15) galleggiano in acque poco agitate nella pancia della classifica. Tnt Monte Peller e Cristo Re a quota 11, Valpejo a 10 lotteranno fino alla fine con le unghie e con in denti per la salvezza mentre la Dolasiana a 1 pare avere il destino segnato.

Nel girone C ci sono ben 5 squadre racchiuse in appena 3 punti. In vetta con 28 punti l’Aquila Trento che ha strappato il primo posto all’ultima giornata al Calceranica, vincendo per uno a zero. Subito dietro, quindi, proprio la formazione allenata da Adriano Furlan e l’imbattuto Fassa a 27. Gardolo e Telve a 25 sono pronte a battagliare per la vetta fino alla fine. Campionato avvincente e interessante con Mattarello (23) e Fiemme (22) che non sono ancora tagliate fuori dalla corsa per il titolo. Con 8 punti di distacco dal Fiemme c’è la Dolomitica (14) che guida il secondo “troncone” della classifica, con il Verla subito dietro (12). A 11 il neo promosso Lona Lases e Vattaro, dalla squadra di Curzel ci si aspettava molto dopo il mercato estivo, devono guardarsi alle spalle dalla rincorsa verso la salvezza da parte di Civezzano (9), Calisio (7) e La Rovere (5).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Inserire almeno 4 caratteri