Promozione
venerdì 21 agosto 2015
CALCIO
La Figc replica al Calcio Trento e minaccia il deferimento

La replica del Comitato Trentino della Figc all'annuncio diramato mercoledì dal Calcio Trento, nel quale ha comunicato di voler adire alle vie legali per poter avere visione del carteggio che ha dato il via libera all'iscrizione del Mezzocorona al torneo di Eccellenza, non si è fatta attendere. Lo stesso comitato ha infatti inviato alla procura federale di Roma la richiesta avanzata (e non accolta) degli aquilotti e il loro comunicato di mercoledì per aprire la strada ad un deferimento del club di via Sanseverino presso la Commissione Disciplinare.

Il testo del comunicato di replica


«Il Comitato Provinciale di Trento della Figc Lnd non per amor di polemica, bensì per evitare che informazioni fuorvianti trovino radicamento, ritiene giusto, anzi doveroso, precisare il merito a quanto contenuto nel comunicato dell'Ac Trento Scsd, pubblicato sulla stampa. Detto comunicato non rispecchia la realtà, infatti, ricevuta la richiesta dell'Ac Trento Scsd di accedere agli atti relativi all'iscrizione dell'Ac Mezzocorona srl, il Comitato ha risposto con una lettera argomentata, tramite la quale ha evidenziato innanzitutto che il termine fissato per la risposta non è compatibile con quello previsto dalla normativa vigente e con la necessità, imposta dalla normativa medesima, di informare della richiesta la società contro interessata (il Mezzocorona) e di permetterle di presentare eventuali contro-deduzioni. Nella lettera il Comitato ha comunque precisato che l’istanza presentata dall’Ac Trento Scsd non rispetta i presupposti indicati chiaramente nella citata normativa. Spiace rilevare come nel proprio comunicato l’Ac Trento Scsd non abbia tenuto conto di quanto precede, preferendo alimentare, con il riferimento a presunte paure del Presidente Pellizzari nel rilasciare gli atti richiesti, una cultura del sospetto che, oltre ad offendere la dignità del Comitato e del suo Presidente, non giova al movimento calcistico provinciale. In questa, come in altra occasione, il Comitato ha rispettato le norme, tato quelle dell’ordinamento sportivo, al quale gli aderenti della Figc sono vincolati, quanto quelle dell’ordinamento statale. Il fatto che il Comitato rispetti le predette regole e non sia in balia di pressioni che provengono da più parti, dovrebbe essere una garanzia per tutte le Società e non motivo per alimentare inutili polemiche».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,719 sec.

Inserire almeno 4 caratteri